Cashback, attenzione al bancomat: non sempre funziona

Certamente non un dettaglio insignificante in merito Cashback emerso in quelle ore a seguito del rapporto del Sole24Ore che il Circuito principale non è ancora stato attivato sui distributori automatici per mancanza di uno specifico accordo tra le parti. Ciò potrebbe causare la mancanza cash back su determinate transazioni per il semplice fatto che la transazione stessa viene trasmessa tramite Maestro anziché tramite PagoBancomat. Niente di strano, ma allo stesso tempo qualcosa che devi sapere per essere sicuro che i tuoi acquisti possano essere registrati regolarmente.

Insomma, non basta aggiungi il tuo bancomat all’applicazione IO per avere la totale certezza del cashback: ecco come evitare di “sprecare” questa opportunità con alcuni semplici accorgimenti.

Cashback, meglio evitare Maestro

Cominciamo con una definizione di cosa sia il circuito Maestro, usando le parole that Riassumere (sviluppatore di Comodo POS mobile per gli esercenti, in particolare in questa fase di grande spolvero dei pagamenti cashless) permette di distinguere i diversi strumenti:

In Italia molti punti vendita supportano il circuito ATM che, fino all’introduzione della normativa sulle commissioni interbancarie, era senza dubbio il circuito più economico. Dal 2010, per legge, tutte le carte che si affidano al circuito di debito nazionale devono supportare anche un circuito internazionale (di debito o di credito). Questa modifica normativa ha ridotto la potenza del circuito nazionale. […] Maestro è il circuito di debito MasterCard, mentre MasterCard è il circuito di credito. Questi circuiti sono solitamente i primi (insieme al circuito PagoBancomat, quando attivato) ad essere attivati ​​in un punto vendita per accettare pagamenti con carta.

Alla luce di queste indicazioni, relative al circuito utilizzato, anche sulla stessa carta ATM e senza controllo diretto da parte dell’utente pagante, il sito ufficiale di PagoPA offre indicazioni operative specifiche per ogni tipologia di ATM utilizzato. Eccoli:

READ  Questa pianta mortale potrebbe nascondersi nel tuo giardino, ecco come riconoscerla
  • Bancomat a 19 cifre (Codice di sicurezza a 3 cifre)
    Puoi attivare il Cashback su IO: “Aggiungi la carta nella sezione Portafoglio selezionando “Carta PagoBANCOMAT”. Se la tua carta è già nel portafoglio, selezionala per controllare lo stato del Cashback. Per ricevere tutte le transazioni valide sul circuito Maestro, aggiungi la carta anche come carta di credito, debito o prepagata
  • Bancomat a 8 cifre (codice di sicurezza non presente)
    Supporto parziale per cashback: “Aggiungi la carta nella sezione Portafoglio selezionando “Carta PagoBANCOMAT”. Se la tua carta è già nel portafoglio, selezionala per controllare lo stato del Cashback. Per ricevere tutte le transazioni valide verificare se è possibile attivare il circuito Maestro tramite uno dei trasmettitori convenzionati
  • Bancomat a 16 cifre (codice di sicurezza non presente)
    Supporto parziale per cashback: “Aggiungi la mappa nella sezione Wallet, selezionando “Carta PagoBANCOMAT”. Se la tua carta è già nel portafoglio, selezionala per controllare lo stato del Cashback. Per ricevere tutte le transazioni valide, controlla se il circuito può essere attivato Maestro tramite uno degli emittenti affiliati

Per rimediare al problema, i pagamenti dovrebbero essere evitati senza contatto (quelli che avvengono semplicemente posizionando la carta nel punto vendita, un sistema sempre più diffuso) per i motivi spiegati da Sole24Ore:

L’inconveniente che causa disagio è causato dal fatto che “Maestro” non ha ancora firmato l’accordo con Pago PA e quindi le implementazioni tecniche necessarie per consentire la registrazione della carta di debito del circuito Maestro sul L’app IO non è stata ancora sviluppata. tranne quelli che possono essere associati tramite una transazione “3DS”. In quasi tutti i casi, le carte di debito in sospeso emesse dalle banche italiane supportano entrambi i circuiti, ma quando si utilizza il Pos Contactless, il pagamento viene spesso indirizzato automaticamente al circuito Maestro internazionale senza che il cassiere lo chieda. al cliente se intende utilizzare il circuito nazionale (Pagobancomat) o internazionale (Maestro).

Ad oggi non è noto quando questo accordo potrà essere firmato, né se vi siano già accordi di base tra le parti che porteranno presto alla piena integrazione. Fino ad allora, però, devi stare attento, privilegiando le catene PagoBancomat rispetto alle catene Maestro in quanto la differenza è pari al 10% dell’importo che stai per pagare. Chi ha già effettuato pagamenti contactless in questi giorni, quindi, probabilmente non li troverà contati.

READ  Cashback a Napoli, i negozi fanno muro: “Pos? No, riduzione per chi paga in contanti "

Tutto questo, ad essere onesti, era esplicitamente indicato sul sito ufficiale diApp IO, ma spesso gli italiani pagano con i bancomat senza rendersi veramente conto del circuito utilizzato: questo ha inevitabilmente creato questo piccolo cortocircuito informativo che rifiuterà il cashback in questa fase iniziale dove nessuno era chiaro sulla distinzione tra due strumenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *