Caso Covid all’Allianz, basta giocare e allenarsi

Una partita Allianz

Risultato positivo, la squadra rientrata da Lasko. Gli altri tamponi sono negativi ma attività sospesa fino allo screening di domenica

TRIESTE L’ombra del Covid sull’Allianz impegnata nel raduno in Slovenia. La sei giorni bianconera al Lasko si è conclusa un giorno prima, annullata un’amichevole con Zlatorog e una corsa a casa per fare i tamponi molecolari e valutare la situazione nel gruppo squadra. L’allarme è scattato venerdì quando un giocatore ha segnalato la perdita del gusto, sintomo che ha allarmato l’azienda. Secondo la conferma molecolare fatta ieri mattina della positività del giocatore in questione, il resto della squadra per il momento è fortunatamente negativo.

LA NOTA: “L’esito dei tamponi molecolari effettuati ha evidenziato la positività al Covid-19 di un giocatore che già venerdì pomeriggio aveva manifestato un disagio compatibile con i sintomi del virus – si legge nel comunicato pubblicato ieri -. I tamponi di tutti gli altri giocatori e dello staff sono falliti. Ulteriori tamponi molecolari verranno prelevati giornalmente. Le condizioni di salute del giocatore sieropositivo sono attualmente buone. In attesa degli esiti dei tamponi molecolari domani mattina, la società ha sospeso precauzionalmente gli allenamenti”.

ALLENAMENTI SOSPESI: Due giorni di attenta pausa nei fine settimana, così domani mattina tutti tornano in palestra per sottoporsi al control pad. Se anche a 48 ore dal primo controllo si confermasse la negatività del gruppo, la squadra potrà riprendere gli allenamenti. Resta però l’incognita del match in programma martedì sera, a Cividale del Friuli, contro il Kapfenberg. “Se domani tutto sarà in ordine, secondo il protocollo, potremo riprendere il campo – sottolinea il presidente Mario Ghiacci -. In tutta onestà, informeremo la società austriaca della situazione e cercheremo di capire cosa vogliono fare. Dal nostro punto di vista non vediamo l’ora di iniziare a verificare la bontà del lavoro svolto finora ma è chiaro che dobbiamo rispettare anche la volontà di Kapfenberg”.

PREMESSA: Le amichevoli contro Zlatorog e Kapfenberg sono servite a verificare la qualità del lavoro svolto in queste prime due settimane di preparazione. A Lasko, durante il ritiro, la squadra si è allenata con particolare profitto dimostrando una buona qualità cestistica. Per questo sarebbe stato importante poter mettere alla prova il gruppo anche considerando che il primo ingaggio è spento

READ  Astrazeneca, Cavaleri (Ema): “Meglio vietare il vaccino anche a chi ha più di 60 anni. Giornata aperta? Speravamo in un approccio più cauto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *