CEO belga PostNL temporaneamente libero a determinate condizioni

CEO belga PostNL temporaneamente libero a determinate condizioni

La situazione olandese

Anche nei Paesi Bassi si discute da anni della posizione dei subappaltatori, che rappresentano il 70% di tutte le consegne di PostNL. Così l’Ispettorato fissata nel 2020 che nove subappaltatori postali su dieci non hanno gli affari in ordine.

L’ispezione del lavoro nei Paesi Bassi funziona in modo diverso da quella in Belgio, spiega Mijke Houwerzijl, professore di diritto del lavoro all’Università di Tilburg. “In Belgio, una parte molto più ampia del diritto del lavoro rientra nel diritto penale, in modo che le aziende e i loro dirigenti possano essere perseguiti più rapidamente. Nei Paesi Bassi, rientra principalmente nel diritto amministrativo. L’ispezione del lavoro olandese impone principalmente sanzioni e può perseguire solo i in misura molto limitata».

L’anno scorso PostNL è stata multata di quasi 300.000 euro a causa di decine di conducenti lavorato illegalmente per i subappaltatori. Queste multe consistono in somme forfettarie: un’organizzazione paga una multa di 8.000 euro per dipendente senza permesso di lavoro.

Catena di responsabilità

L’ispezione ha concluso che PostNL, in quanto principale di questi subappaltatori, era responsabile di questa violazione della legge. “C’è una catena di responsabilità qui”, afferma Paul van der Burg dell’Ispettorato del lavoro olandese.

“Ci ha spinto a dire addio a queste parti”, afferma PostNL, “per rafforzare i nostri protocolli interni e considerare come possiamo rispettare ancora meglio leggi e regolamenti”.

Il lavoro sommerso, di cui si sospetta PostNL Belgio, non è controllato dall’ispettorato del lavoro nei Paesi Bassi, ma dall’amministrazione fiscale e doganale e dai comuni. L’ispettorato del lavoro olandese controlla le carte dei dipendenti, se il diritto del lavoro viene rispettato (i dipendenti non lavorano per troppe ore) e se viene pagato il salario minimo.

READ  Gli agricoltori della Gelderse Vallei non si fidano del programma di riscatto

Secondo l’ispettorato olandese, una serie di indagini sono ancora in corso. Il servizio dice che controlla regolarmente PostNL e le altre tre principali società di consegna nei Paesi Bassi, DHL, DPD e UPS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *