Perché Italia e Algeria sperano ancora di partecipare ai Mondiali

Perché Italia e Algeria sperano ancora di partecipare ai Mondiali


31 marzo 2022 – L’Italia ha perso dolorosamente la sua partecipazione alla Coppa del Mondo la scorsa settimana, ma c’è ancora qualche speranza nel paese per arrivare al torneo. Ha tutto a che fare con l’incertezza che circonda l’Iran. Anche il Paese africano dell’Algeria spera segretamente di partecipare ai Mondiali, ma per un motivo completamente diverso.



I media italiani stanno disimballando questo. Perché all’Iran potrebbe essere vietato partecipare ai Mondiali in Qatar, dopo che alle donne è stato rifiutato l’ingresso allo stadio la scorsa settimanac’è un altro raggio di speranza in Italia Gli Azzurri† È scritto che avrebbero diritto a un biglietto per la Coppa del Mondo, con l’Italia che è il paese più alto in classifica senza biglietto.

Sebbene i media italiani affermino che c’è ancora una possibilità che vadano ancora ai Mondiali, la possibilità reale sembra molto bassa. Se l’Iran viene effettivamente bandito dal torneo, è più probabile che gli Emirati Arabi Uniti o l’Australia alla fine andranno in Qatar.

Leggi ancheEcco i potenziali avversari dell’Orange nel sorteggio della Coppa del Mondo

Algeria nel girone contro l’eliminazione
Non solo l’Italia spera di partecipare ai Mondiali, ma anche l’Algeria vuole mantenere la prospettiva di partecipazione. Sebbene il Paese sia stato eliminato dagli spareggi dal Camerun la scorsa settimana con un gol al 124′ di Karl Toko Ekambi, secondo il Paese africano, è stato fatto illegalmente.

L’arbitro gambiano Bakary Gassama aveva annullato un gol dell’Algeria nel primo tempo, per ragioni molto dubbie. Per questo l’Algeria vuole tornare a giocare la partita, che aveva già avuto successo con il Senegal nel 2017 per i Mondiali. Tuttavia, sembra improbabile che la professione algerina avrà successo poiché all’epoca si trattava di uno scandalo di corruzione.

READ  Niels Langeveld farà coppia con Target nel TCR Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *