Che meraviglia la “Superluna” di questa sera, guarda le foto scattate in Valsugana – News

TRENTO. L’altra sera la nuvolosità ci ha privato dello spettacolo, ma questa sera è stato davvero magnifico osservare la “Superluna” come testimoniano le fotografie scattate da Giampaolo Rizzonelli di Levico Terme che ha raffigurato il satellite di Vetriolo mentre sale dal Monte Trentino, nei pressi di Cima Dodici.

Il 27, infatti, la luna piena ha coinciso con l’avvicinamento del nostro satellite alla minima distanza dalla Terra. È un termine poco scientifico e poco apprezzato dagli astronomi dilettanti, che preferiscono parlare di “luna piena al perigeo”. Ma l’altra notte, la Luna Piena, più vicino alla Terra, è apparsa leggermente più grande, con una differenza di dimensioni intorno al 7% ”, secondo gli esperti dell’Unione Astronomi Italiani (UAI). Questo anticipa un altro fenomeno simile: “anche la luna piena di maggio 2021 sarà una superluna”.

In questo periodo di pandemia, gli appassionati di astronomia devono fare i conti con il coprifuoco serale e le zone rosse, che limitano le osservazioni, soprattutto da quando è entrata in vigore l’ora legale. Come per il blocco dello scorso anno, tuttavia, l’UAI chiarisce che “alcuni eventi e corpi celesti saranno osservabili anche dalle loro case, dai balconi o dai giardini, accessibili anche a osservatori occasionali”.

A cominciare da pianeti come Venere, che torna protagonista nel cielo serale dopo il tramonto. “All’inizio, per diverse settimane in aprile – spiegano gli astrofili italiani – il pianeta è rimasto molto basso sull’orizzonte occidentale, difficile da distinguere al crepuscolo. Poi, a fine mese, ha rilanciato un po ‘e avremo più occasioni per poterlo localizzare ”.

Per quanto riguarda gli altri pianeti, invece, conclude AUI, “Marte continuerà ad essere facilmente osservabile nelle prime ore della notte, in Occidente, nella costellazione del Toro e successivamente in Gemelli. Giove e Saturno, invece, saranno visibili nelle prime ore del mattino, tra le prime luci dell’alba, verso est ”.

READ  IL POLO NORD NON È GHIACCIO, LA CONCHIGLIA ARTICA NON SI FORMA. LE CONSEGUENZE SU INVERNO »ILMETEO.it

FOTO DI GIAMPAOLO RIZZONELLI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *