Ciò che era semplice sembra diventare ogni giorno più complesso

La newsletter della nostra giornalista Barbara Debusschere nella tua casella di posta ogni due settimane? Prendilo qui.

Barbara Debusschere

Buon giorno lettore,

perché essere video con animali carini o esilaranti più che mai un tale successo? Forse perché ci riconosciamo in loro e perché il loro comportamento e la nostra connessione con loro sembrano così meravigliosamente semplici. È, soprattutto ora, irresistibile. Perché ciò che era semplice sembra diventare ogni giorno più complesso. Concentrato, Per esempio. Riscaldamento. O salva non bruciando ma poi cerca di evitare che la muffa appaia in casa. E vuoi capirci qualcosa la tua bolletta energetica allora ora apparentemente hai bisogno almeno di un dottorato di ricerca in probabilità.

Certo, il mondo è complesso. Non a caso “è più complicato di così” è la frase più sentita dai giornalisti dagli scienziati. Se vuoi saperne di più, puoi consultare il medico britannico Ben Goldacre, che ha scritto il libro divertente e informativo Penso che scoprirai che è un po’ più complicato di così. scritto su.

Ma perché tra il tumulto delle bande arcobaleno, gli errori di budget, i suggerimenti sui prezzi del gas e questa orribile guerra, c’è bisogno di una piacevole semplicità, hanno sottolineato i redattori scientifici il 23 novembre, mercoledì scorso. È stato un giorno felice eccezionalmente semplice per il nostro paese. Non solo i Red Devils hanno vinto una partita di Coppa del Mondo – seppur in modo zoppicante -, il nostro paese ha potuto anche svelare un nuovo astronauta poche ore prima. L’Agenzia spaziale europea ESA ne ha scelti cinque tra oltre 22.000 candidati provenienti da 22 paesi. Il fatto che il nostro connazionale Raphaël Liégeois sia rimasto nella cerchia ristretta è certamente una punizione per il “piccolo” Belgio.

READ  Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti chiede al "genio" Lego italiano di costruire Mars Rover

A Liégeois piacciono le cose più complesse: come funzionano i cervelli, come possono essere visualizzati e come sopravvivono nelle condizioni estreme dello spazio. C’è anche la possibilità che un giorno camminerà sulla luna. Questa luna può essere una conoscenza fedele, ma oggi sappiamo meno di quanto pensi.

Intanto anche i viaggi spaziali europei stanno investendo nell’esplorazione spaziale per aiutare gli abitanti di questo pianeta, gestendo tra l’altro la già molto complessa crisi climatica. Questo facilita l’ingresso da uno spazio ristretto tempo reale gestione delle crisi in caso di gravi incendi boschivi o inondazioni e l’Europa può anche mappare accuratamente le emissioni di CO2.

E ci sono piani per questo enormi installazioni di pannelli solari nello spazio. L’energia generata verrebbe trasmessa da satelliti giganti a milioni di case sulla Terra. Sembra incredibilmente complicato, ma se avesse successo, sarebbe una soluzione favolosa e improvvisamente “semplice” al nostro problema più grande.

Nel frattempo è importante non perdere la speranza, ha sottolineato Jane Goodall. “Non caricarti sulle spalle i problemi del mondo, ma inizia oggi impegnandoti in qualcosa che ti sta a cuore”, dice il famoso biologo comportamentale che venerdì verrà nel nostro Paese. Goodall è la donna che ha mostrato al mondo quanto siano “umane” le grandi scimmie. Il suo lavoro pionieristico ha portato a sempre più ricerche sulle nostre somiglianze e relazioni con gli animali. Anche la notizia che il rapporto tra i gatti cosiddetti “lontani” e il loro padrone è più forte di quanto pensassimoè debitore delle scoperte degli inglesi.

Oggi, Goodall si preoccupa della guerra e del fatto che oggi siamo otto miliardi. Ma, come sa l’88enne attivista per la fauna selvatica, esiste un’alternativa alla paralisi delle complesse seccature di oggi. Trae la sua speranza dal fatto che la natura può riprendersi straordinariamente bene e rapidamente ogni volta che gli esseri umani lo consentono, cosa che fanno. descrive il giornalista Cal Flyn nel suo reportage sulla natura in dodici dei luoghi più distrutti e inquinati del pianeta.

READ  I PFAS indistruttibili sono ancora relativamente facili da abbattere

E Goodall vede ogni giorno in dozzine di paesi come il semplice atto di prendersi cura del proprio ambiente – che si tratti di rifiuti, un fiume inquinato o cani randagi – dia speranza alle persone. “Inizia a fare trading. Tutti abbiamo qualcosa o qualcuno di cui possiamo prenderci cura meglio”, è il motto di Goodall.

Ad esempio, se sei un avvocato come Roger Cox, puoi farlo avere governi negligenti e aziende fossili come Shell giudicate colpevoli di negligenza. Non è un caso che questi giudizi si basino sul principio del “dovere di diligenza” che governi e imprese devono ai cittadini. Goodall sa anche che non tutti sono ottimisti e allegri oggi. Ma anche per coloro che sono intorpiditi da infinite sessioni di scorrimento digitale, c’è speranza. Perché chi guarda tanti di tutti questi video di animali, in cui inevitabilmente ti imbatti, può rendersi conto goccia a goccia che anche noi siamo animali e che facciamo parte della natura. Che siamo tutti sulla stessa barca e abbiamo tutto l’interesse a garantire che questa barca non affondi.

Cordiali saluti,

L’editore scientifico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *