Codice rosso per la salute planetaria

Codice rosso per la salute planetaria

Come operatori sanitari, abbiamo a cuore la salute di tutti, delle generazioni future e del pianeta. Dobbiamo davvero fare di più ora. Siamo idealisti pragmatici e crediamo che insieme possiamo fare la differenza in questo momento.

Elenco di controllo
Immagine: Swapan/stock.adobe.com

Il più recente è stato pubblicato il 1 giugno relazione della Royal Netherlands Academy of Arts and Sciences (KNAW) in cui chiede presto ulteriori ricerche per la salute planetaria. Anche, pure Skipr ci ha prestato attenzione. L’urgenza è palpabile: la crisi climatica è già qui, la biodiversità è sotto forte pressione, l’inquinamento ambientale sta causando molti problemi e la società deve trasformarsi rapidamente in una società sostenibile che entro i confini planetari fiorisce.

Preoccupazioni per la salute

La crisi climatica è anche la più grande crisi sanitaria di questo secolo. Se esperti della salute ci preoccupiamo sulla salute di tutti, delle generazioni future e del pianeta. Saremo i primi a considerarci parte del problema: il 7% del CO nazionale2emissioni e molto inquinamento sono causati dal settore sanitario. Questo deve cambiare.

fare qualcosa ora

Sono in corso lavori su tutti i tipi di leggi e regolamenti sul clima, ma come indica il rapporto KNAW, la “ricerca sulla salute planetaria” è ancora agli inizi, così come l’azione al passo con queste grandi sfide. Dato il grande superamento di quasi tutti i confini planetari non vediamo l’ora che tutte le ricerche siano fatte: dobbiamo davvero fare di più ORA.

La domanda è: come? Siamo idealisti pragmatici e crediamo che insieme possiamo fare la differenza ora. A tal fine, abbiamo formulato una semplice lista di controllo – basata su conoscenze scientifiche e sociali – per tutto il lavoro che tutti fanno nei Paesi Bassi: a casa, e dove lavori nel (semi) pubblico, nelle piccole e medie imprese o multinazionali.

READ  Il Museo Van Gogh lancia il proprio programma di salute mentale

Elenco di controllo

La checklist si concentra sulla salute delle persone e del nostro pianeta. Invitiamo i lettori: rendi tutte le nostre azioni VERDI, in altre parole: puoi rispondere “sì” cinque volte se confronti le tue decisioni e azioni con questa lista di controllo?

Gtest generazionale: questa decisione porta a un mondo più sostenibile per i nostri (pronipoti)?
Rgiusto: questa decisione riduce la disuguaglianza di opportunità nella società, e non esclude nessuno?
Oconvincente: questa decisione apporta un comprovato contributo alla salute e al benessere delle persone?
Eecologico: questa decisione ha il minor impatto negativo possibile sull’ambiente o è benefica per l’ambiente e la biodiversità?
NONessenziale: ne abbiamo davvero bisogno, è meglio del “non fare niente”, del riutilizzo o di un’alternativa più green?

Non aspettare

I climatologi dicono che è quasi troppo tardi, ma in salute spesso entriamo in una battaglia all’ultimo sangue e, fortunatamente, spesso vinciamo. Aspettare che tutte le ricerche siano completate, che le politiche siano completate o che nuove politiche siano scritte non è un’opzione e aumenta i problemi finanziari, sociali e sanitari di cui graviamo noi stessi e le generazioni future. Iniziamo a rendere tutte le cose che già facciamo PIÙ GREEN ORA. Come iniziare? Tieni presente questa lista di controllo VERDE durante lo sviluppo, l’esecuzione e la valutazione dei piani. Appendi la lista di controllo sulla macchina da caffè (virtuale), consegnala per testare il tuo piano annuale 2024 e presentala al tuo appaltatore. Parlane con i tuoi amici, i tuoi figli e i tuoi vicini. Non possiamo aspettare un altro giorno se vogliamo un’altra possibilità per passare dal rosso al verde.


Per mezzo di: Joyce Brownmedico (non praticante)-epidemiologo, professore associato UMC Utrecht
Paolino SignoreConsulente strategico, Istituto Superiore di Sanità
Jorieke van der Steltmedico di medicina generale e medico internazionale della salute e medicina tropicale (AIGT)
Annemarie Bergsmainfermiere ed educatore infermieristico
Godelieve van Heterenmedico/senior salute internazionale, governance, consulente PBF
Scherzo Janmatemedico, funzionario politico Planetary Health UMC Utrecht
Arte Groenewegenstudente di medicina, CO2-assistente
Nora van GalDottore in Scienze Mediche Ambientali, Società AIOS + Salute
Giulietta Matteodottore, project manager Planetary Health UMC Utrecht
Nynke PostmaAnestesista Rianimatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *