Come Rutte è andata ad ascoltare i contadini della Frisia: scene di una visita vorticosa

Mark Rutte nella stalla dell’azienda agricola della famiglia Stokman a Koudum, in Frisia.Statuetta Harry Cock / di Volkskrant

Mark Rutte è abbastanza stabile da non farsi ingannare dal muggito della mucca 19047, accanto a lui nella stalla della famiglia Stokman a Koudum. “Avremo quella conversazione domani, non ho ancora intenzione di entrarci”. Per non parlare del fatto che il presidente del Consiglio vuole speculare su impegni o risultati. “Ne parleremo nei mesi a venire”.

L’accoglienza ormai sarà familiare a Rutte: le bandiere rovesciate lungo la provinciale, i pacchi di insilati cosparsi di slogan ad una rotonda. “Mi mostra ancora una volta quanto siano grandi le preoccupazioni”.

Nelle ultime settimane ha già visitato gli agricoltori del Gelderland e del Limburgo. Questa volta, il momento della sua visita alla fattoria è saliente: un giorno prima che il governo e le organizzazioni degli agricoltori, guidate dal mediatore Johan Remkes, iniziassero a parlare dell’impasse dell’azoto.

La visita di Rutte in Frisia è stata tenuta segreta, per paura delle proteste dei trattori. Ma giovedì mattina i media saranno informati: l’ascolto del Primo Ministro degli agricoltori colpiti non dovrebbe passare inosservato. Il momento della stampa successivo è strettamente pianificato.

Il Presidente del Consiglio non è riuscito a placare le preoccupazioni dei cinque giovani agricoltori della zona. “Ma aiuta a capire cosa sta succedendo con gli agricoltori”.

Mai prima d’ora la scelta della location è stata così sofisticata. Il caseificio Stokmans è passato da 80 a 280 mucche in 45 anni, ma è “ben congegnato e sostenibile”. Grazie ad un pavimento innovativo, il fienile è a basse emissioni, l’energia proviene da pannelli solari e – grazie ad un biodigestore – letame; le vacche vengono alimentate con insilato in “fogli di lasagne” e le loro emissioni di metano vengono misurate ogni 15 minuti. Al fine di massimizzare il benessere degli animali, il bestiame ha la libera scelta. Un comodo letto ad acqua invita nella stalla, fuori da un vero JaKoeZie per rinfrescarsi. La regina Máxima è già venuta ad ammirare questa vasca per mucche nel 2015.

READ  Lo smartphone Sony Xperia 5 II verrà lanciato a settembre! Annuncio ufficiale disponibile! | Sony Xperia 5 II sarà annunciato il 17 settembre

Insomma, un’azienda modello. Come se Rutte volesse dire: guarda i contadini, è anche possibile. Ma anche in questo cortile, il blu-bianco-rosso galleggia nell’albero maestro. E accanto al JaKoeZie, il Binnenhof è stato messo in vendita presso un importante rivenditore.

Il contadino Arjan Stokman e la contadina Jessica Knol (entrambi 28 anni) si godono la visita del Primo Ministro su invito di padre Anton. “Ma ho anche notato dei sospetti. Ha subito detto delle nostre innovazioni: deve funzionare. E quando abbiamo detto che stavano lavorando, ha detto che eravamo vincolati da un’ingiunzione del tribunale. E la natura si è deteriorata. Ma io dico: la natura cambia. Stokman ha chiesto al primo ministro se sapeva quanto valeva una talpa per ettaro. “Non ne aveva idea.”

In teoria, questo potrebbe ridurre le emissioni di azoto dell’azienda del 47%, come impone il famigerato biglietto Frisian Southwest Corner. “Ma poi dovremo chiudere la stalla e liberare l’aria. Non pensiamo che funzionerebbe per le mucche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.