Conny Aerts è il primo belga a ricevere il Premio Kavli a Oslo |  Scienza e pianeta

Conny Aerts è il primo belga a ricevere il Premio Kavli a Oslo | Scienza e pianeta

Conny Aerts, astronomo della KU Leuven, è stato ufficialmente insignito del Premio Kavli per l’astrofisica oggi nella capitale norvegese Oslo. Il Premio Kavli è la seconda più alta onorificenza scientifica dopo i premi Nobel. Aerts condivide il premio, del valore di 1 milione di euro, con gli americani Roger Ulrich e il danese Jørgen Christensen-Dalsgaard.

All’inizio di giugno era già stato annunciato che il trio avrebbe vinto il Premio Kavli, ma oggi la cerimonia ufficiale a Oslo era in programma. Aerts è il primo belga a vincere. È elogiata insieme a Ulrich e Christensen-Dalsgaard per il loro lavoro che ha costituito la base dell’attuale teoria delle strutture stellari.

Il Premio Kavli viene assegnato ogni due anni. Oltre all’astrofisica, ci sono altre due categorie: le nanoscienze e le neuroscienze.

evoluzione delle stelle

Aerts è nota per le sue ricerche sulle stelle più calde e più massicce del sole. Ha sviluppato metodi di analisi intelligenti per identificare le caratteristiche delle vibrazioni stellari misurate. Aerts e il suo gruppo di ricerca hanno aperto la strada allo sviluppo di metodi per modellare i modi vibrazionali nelle stelle in rapida rotazione, portando alle prime stime quantitative delle loro masse centrali e della rotazione interna. I risultati del suo team hanno portato a miglioramenti significativi nella teoria dell’evoluzione stellare.

Nel 2012 l’astronomo ha vinto il Prix Francqui, importante premio belga. Nel 2020 è seguito il Premio per l’eccellenza nelle scienze fisiche del Fondo per la ricerca scientifica.

RECENSIONE ANCHE. Lo scienziato spiega le foto del telescopio spaziale James Webb

READ  BLOOD SUPER MOON imminente, ma ci sarà anche un'ECLISSI TOTALE. Tutte le INFORMAZIONI »ILMETEO.it

LEGGI ANCHE. Nessun uomo sulla luna da 50 anni, ma: “Dietro le quinte si sta preparando tutto per poterci stare presto”

Il telescopio spaziale James Webb osserva per la prima volta l’anidride carbonica nell’atmosfera di un esopianeta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *