Consiglio consultivo del gabinetto: maggiore priorità sulla salute globale

Secondo il Consiglio consultivo per gli affari internazionali (AIV), il governo deve fare di più per promuovere la salute globale. Questo non è solo nell’interesse dei paesi del sud che beneficiano della conoscenza e dell’assistenza olandese, ma c’è anche “un certo interesse personale poiché molti rischi per la salute sono transnazionali”. Secondo il comitato consultivo, la pandemia di corona ha dimostrato che “l’attuale politica sanitaria globale non è sufficiente”.

“Se vogliamo davvero imparare dalle lezioni della pandemia di Covid che ha colpito il nostro Paese e il mondo, dobbiamo cambiare rotta”, ha affermato il presidente dell’AIV Bert Koenders. L’organo consultivo sostiene un “approccio multidisciplinare”. Ciò significa che il settore sanitario deve essere coinvolto nelle iniziative, ma anche che i Paesi Bassi devono concentrarsi, ad esempio, su una maggiore prevenzione. Secondo il consiglio, dobbiamo “esaminare in modo critico fattori come i nostri metodi di produzione, lo spazio per gli ecosistemi e le conseguenze malsane delle industrie inquinanti e dell’agricoltura”.

inviato per la salute

Concretamente, l’AIV propone di nominare un inviato sanitario presso il Ministero degli Affari Esteri per occuparsene. Il Consiglio consiglia inoltre al governo di “incontrarsi al più presto con le istituzioni della conoscenza, le imprese, le ONG e i partner del sud, stabilire un’agenda d’azione e farlo in conformità con gli obiettivi dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). , rosso).

Il parere è stato presentato mercoledì alla commissione per il commercio estero e la cooperazione allo sviluppo della Camera dei rappresentanti. (ANP)

READ  Ullyses: l'archivio ultravioletto di Hubble

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.