Coronavirus, Briatore a casa di Santanchè in quarantena dopo il ricovero: “passano velocemente 14 giorni” – La Stampa

Coronavirus, Briatore da Santanché per isolamento. Ai giornalisti ha detto: “Attenti, attacco tutto, non avvicinatevi”

MILANO. Flavio Briatore è stato dimesso dall’Ospedale San Raffaele di Milano, dove era risultato positivo al coronavirus. L’imprenditore ha lasciato l’ospedale, diretto a casa dell’amica e compagna Daniela Santanchè, dove trascorrerà l’isolamento.

L’imprenditore, da quanto si apprende, è uscito dall’ospedale in un mezzo privato, lontano dalla vista del gruppo di giornalisti e fotografi che lo aspettavano davanti al padiglione solvente che lo ha accolto questi Gli ultimi giorni. “I 14 giorni passano veloci”, è il messaggio pubblicato su Instagram di Briatore, accompagnato da una fotografia dell’imprenditore con il figlio Nathan Falco. Briatore è stato ricoverato domenica a Milano dopo essere risultato positivo al Covid-19: un’epidemia del virus si è sviluppata proprio all’interno del miliardario, il suo ristorante in Costa Smeralda. Molti dipendenti e clienti che sono entrati in contatto con il virus.

Coronavirus, Santanchè: “Flavio Briatore è stato ricoverato per infiammazione alla prostata”

L’imprenditore ovviamente non sarà sotto lo stesso tetto di Santanché, ma avrà a sua disposizione un’ala indipendente della grande casa milanese del senatore dei Fratelli d’Italia.

Dovrà restare a Milano per le norme di sicurezza sanitaria del coronavirus che non gli consentono di rientrare nella sua abituale residenza a Montecarlo.

De Luca Show: “Un saluto a Briatore, che, come dice lui, è in cura per prostatite polmonare”

Alcune fonti raccontano all’Adnkronos che gli stessi operatori sanitari gli avevano consigliato di non lasciare il San Raffaele.

Quando Briatore ha detto: “I virologi ci tengono sotto controllo”

READ  Messi rompe con il Barcellona, ​​ora l'Inter ci crede davvero: le ragioni della speranza e gli ostacoli | Prima pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *