Coronavirus in Emilia-Romagna, bollettino del 28 marzo: 2.137 contagi, 31 morti, diminuzione dei ricoveri

BOLOGNA – Dall’inizio dell’epidemia di coronavirus si sono registrati in Emilia-Romagna 331.173 casi positivi, 2.137 in più rispetto a ieri, su un totale di 19.056 campioni prelevati nelle ultime 24 ore. La percentuale di nuovi positivi sul numero di tamponi prodotti da ieri è dell’11,2%, come sempre in ferie, non indicativo dell’andamento generale dovuto alla diminuzione del numero di tamponi prodotti.

2137 nuovi casi

Continua l’attività di controllo e prevenzione: tra le persone di recente contagio, 915 risultano asintomatiche individuate nell’ambito delle attività di tracciamento e screening dei contatti regionali. L’età media dei nuovi positivi oggi è 43 anni.

Contagi provincia per provincia

La situazione del contagio nelle province vede Bologna con 474 nuovi casi, seguita da Reggio Emilia (271), poi Modena (266) e Ferrara (230). Poi Parma (204), Ravenna (193), Forlì (138). Cesena (135), Rimini (130). Infine Piacenza (35) e Imola (61).

E assorbenti interni

Nelle ultime 24 ore sono stati prelevati 12.665 campioni molecolari, per un totale di 3.952.131. Inoltre, sono disponibili anche 38 test sierologici e 6.391 campioni rapidi. Quanto al numero totale di persone guarite, sono 1.408 in più rispetto a ieri e raggiungono 246.682. I casi attivi, ovvero i pazienti reali, sono ad oggi 72.754 (+698 rispetto a ieri). Tra questi, le persone isolate in casa, cioè quelle con sintomi lievi che non necessitano di cure ospedaliere o che non presentano sintomi, rappresentano in totale 68.911 (+ 721), ovvero il 94,7% del totale dei casi attivi.

La morte

Purtroppo i nuovi decessi sono 31: 2 in provincia di Parma (un uomo di 81 anni e una donna di 83 anni), 3 in provincia di Reggio Emilia (2 donne, 84 e 91 anni e 1 uomo 81 anni); 3 in provincia di Modena (2 uomini, rispettivamente di 64 e 87 anni e una donna di 85 anni); 12 in provincia di Bologna (7 uomini rispettivamente di 56, 58, 64, 73, 85 e 2 di 89 anni e 5 donne, rispettivamente di 55, 80 anni – deceduti a Imola – allora 85, 87 e 92 anni; 4 in provincia di Ravenna (due uomini di 55 e 87 anni e 2 donne di 89 e 92 anni); 4 in provincia di Forlì-Cesena (2 donne di 85 e 90 anni e 2 uomini di 76 e 80 anni); 3 a Rimini (entrambi 76 , 84 e 93) Nessun decesso a Plaisance e Ferrara.
Dall’inizio dell’epidemia sono stati registrati 11.737 decessi nella regione.

READ  Covid, una mutazione potrebbe aver reso il coronavirus più contagioso

Ricoveri

Sono 401 i pazienti ricoverati in terapia intensiva (+1 rispetto a ieri), 3442 negli altri reparti Covid (-24). Nell’area i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 8 a Plaisance (invariato rispetto a ieri), 30 a Parma (+ 2), 32 a Reggio Emilia (+1), 78 a Modena (-4), 120 a Bologna (-1), 24 a Imola (-1), 37 a Ferrara (+3), 20 a Ravenna (+1), 11 a Forlì (invariato), 8 a Cesena (invariato) e 33 a Rimini (invariato) ).

Vaccini

Nel frattempo prosegue la campagna di vaccinazione anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale infermieristico e il Cra, compresi i pazienti ricoverati in residenze per anziani, la maggior parte già vaccinati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se hanno 80 anni o più e persone di 80 anni e più; Proseguono anche le prenotazioni e le vaccinazioni per il personale scolastico, universitario e per le forze dell’ordine. Sono riprese anche le prenotazioni e le vaccinazioni per le persone di età compresa tra 75 e 79 anni, dopo il via libera dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) sul vaccino AstraZeneca e l’autorizzazione di Aifa.

Il conteggio progressivo delle amministrazioni effettuate può essere seguito in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che anche indica il numero di seconde dosi somministrate.
Alle 14:00, era stato somministrato un totale di 804.618 dosi; del totale, 278.094 sono seconde dosi, cioè persone che hanno completato il ciclo di vaccinazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *