Coronavirus Italia, crescono i contagi. Le regioni più a rischio

L’ultimo follow-up del Ministero della Salute ha rivelato il tasso di incidenza del Covid-19 ogni 100.000 abitanti nelle regioni italiane







Gli ultimi bollettini in ondaepidemia di coronavirus in Italia mostrano una tendenza in crescita. Il monitoraggio settimanale, consultabile sul sito del Ministero della Salute, che fa riferimento alla settimana dal 17 al 23 agosto, rileva che il tasso di incidenza più alto per 100.000 abitanti è Veneto (17.65), seguito da quello di Lazio (14.18). Il tasso più basso è invece di Calabria (0,99).

Tasso di incidenza del coronavirus, le regioni più colpite

Anche il tasso di incidenza per 100.000 abitanti è piuttosto elevato Emilia romagna (11.60), Umbria (11.59) e Liguria (11.54).

Il Lombardia piuttosto è la regione con il maggior numero di diagnosi negli ultimi sette giorni (1060), anche se il tasso di incidenza è 10,49. Come per le altre regioni, Veneto e Lazio hanno registrato un aumento significativo dei casi la scorsa settimana (866 e 832 rispettivamente).

Nel Sardegna, dove gli dei sono apparsi la scorsa settimana epidemie legate ai locali notturni e festivi, le diagnosi per la settimana 17-23 agosto sono 178, mentre il tasso di incidenza è 10,92.

Il tasso di incidenza in Italia

Il tasso di incidenza a livello nazionale è 9,32, con un aumento settimanale di 5.613 casi, che diventa 8.997 se si includono anche quelli della settimana precedente (10-23 agosto).

L’ultima sorveglianza ha rivelato la comparsa di 490 nuovi focolai in tutta Italia e un drastico calo dell’età media delle persone contagiate.

READ  La fabbrica del freddo in Eurasia è in moto, che inverno sarà? - Hai poco tempo



VIRGILIO NEWS | 28/08/2020 21:49




Fonte foto: ANSA

Coronavirus: epidemie in Italia. Dove e quanti casi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *