Covid, nuova ordinanza: 5 regioni in arancione e nessuna in rosso, in attesa del Dpcm. Ma le infezioni stanno aumentando | Un campionato

In Italia la curva di contagio “questa settimana ha rallentato ed è andata controcorrente”. Lo ha affermato il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio brusaferro nel corso della conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale della Cabina di regia, secondo quanto riferito dalAnsa. “C’è un aumento del tasso di crescita dei casi – ha osservato – come indicato dall’indice Rt che è maggiore di 1 in molte regioni “.” In quasi tutte le regioni la tendenza dei casi è in aumento “e” in molte regioni si registrano sovraccarichi di servizi di assistenza con classificazione di rischio ad alto impatto “.

Nel frattempo il presidente del consiglio superiore della sanità Franco Locatelli ha parlato della comparsa dei vaccini. “I due vaccini approvati – ha spiegato – Pfizer e Moderna sono basati sulla tecnologia Rna-messenger e l’intervallo tra le due dosi è di 28 giorni per Moderna invece di 21. Per ogni fiala di Moderna, 10 sono disponibili dosi, questo non ha bisogno di essere diluito e conservare tra 15 e 25 gradi “.

Nel frattempo passano nella zona arancione le regioni Calabria, Emilia-Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto. ioil Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della sala controllo, fIn serata verrà pubblicata una nuova ordinanza che entrerà in vigore domenica 10 gennaio. fino a venerdì 15 gennaio, data di scadenza del DPCM. Con il nuovo decreto del primo ministro, ogni proroga sarà valutata, ha detto il ministero della Salute.

READ  DL Sostegni: scadenze per bonus Covid, contributi a fondo perduto e rottamazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *