Dipendenti Fokker scontenti della chiusura degli stabilimenti: “E’ una tragedia”

Dipendenti Fokker scontenti della chiusura degli stabilimenti: “E’ una tragedia”

Fokker, di proprietà della britannica GKN, vuole che il personale di Helmond e Hoogerheide li accompagnerà allo stabilimento di Papendrecht, vicino a Rotterdam. Questa fabbrica sarà ampliata per ospitare 1.800 persone. Papendrecht si trova a 60 chilometri a nord di Hoogerheide. Helmond è a 100 chilometri di distanza.

Jan Meeder, direttore di FNV Metaal, oggi distribuisce volantini ai cancelli dello stabilimento di Hoogerheide. “Chiedo alle persone cosa pensano di dover lavorare a Papendrecht in futuro. Le persone non sono contente e questo è un eufemismo. Sono arrabbiate per il fatto che stia accadendo. Se sei abituato a venire in bicicletta o per un breve tragitto in auto, lo farà cambiare, quindi non è piacevole”.

“È solo una tragedia”, dice un dipendente. “Ne abbiamo sentito parlare solo venerdì e l’impatto è ovviamente molto significativo. Quindi è necessario affrontarlo prima”. Un terzo dipendente di Hoogerheide può capire la chiusura dell’impianto. “Ma quando guardo il lavoro, non capisco.”

Più azioni possibili

Il dipendente afferma di essere a conoscenza da tempo dei piani di chiusura. “La mia rete è abbastanza grande e so come corrono le lepri”. Lui stesso non partirà per Papendrecht. “Devo venire da Goes e ho deciso di non venire. Un’ora e un quarto non è nel mio dizionario, metto così.”

Devono essere presi buoni accordi per i dipendenti di Hoogerheide e Helmond che non vogliono andare a Papendrecht, dice Meeder. “Per le persone che lo trovano troppo lontano, dovrebbe applicarsi l’attuale piano sociale, che ci sarà il trattamento di fine rapporto per loro”.

I dipendenti che possono accompagnarli dovrebbero essere risarciti per le spese di viaggio e il tempo di viaggio, afferma Meeder. Mercoledì è prevista una riunione per i dipendenti durante la quale si discuterà ulteriormente di un buon accordo. “Dopo di che, negoziamo con quella dirigenza. Se finisce in un fiasco, puoi aspettarti ulteriori azioni”.

READ  Il Consiglio dei Ministri investe 700 milioni nella qualità della vita dei quartieri vulnerabili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *