esibizioni di spessore, Molina e Llorente soprattutto

L’Udinese batte 2-0 il Sassuolo grazie alle reti di Llorente e Pereyra. Ecco i resoconti delle partite:

Musso 6.5 – Il Sassuolo non è mai veramente pericoloso ma chiamato in causa risponde presente, trasmette una grande sicurezza al servizio con alti rendimenti sempre impeccabili.

Bonifazi 6.5 – Non rischia praticamente nulla. Un’altra prova convincente, una certezza adesso. (Dal 86 ‘Becao sv).

6 maggio – Con un inizio sorprendente, il francese premia Gotti con una prestazione davvero convincente. Elemento di esperienza su cui puoi sempre contare.

Nuytinck 6.5 – Mai in difficoltà, gestisce tutte le situazioni con tranquillità olimpica. Sempre cauto nelle poche folate offensive di Berardi.

Molina 7.5 – Il suo gioco inizia male con una disattenzione difensiva che potrebbe costare caro, poi si riprende alla grande e inizia a percorrere la via della competenza. Vivace, assist e tante incursioni che mettono in crisi il Sassuolo. L’argentino ha ora assunto il ruolo di titolare.

Da Paolo 6,5- Non la sua miglior partita, eccede nel nervosismo e rischia di essere espulso anche nella ripresa per un brutto intervento su Locatelli, ma alla fine ha dato il suo solito hobby quotidiano servendo un bel pallone a Tucu Pereyra.

Arslan 6 – Qualche errore di troppo in fase di costruzione della manovra, poco preciso nel servizio, ma quando si parla di marcatura, soprattutto su Traoré, ci riesce bene. (Dal 73 ‘Makengo 6 -Rimpolpa a centrocampo e nel finale entra in azione anche il gol di Pereyra)

Walace 7,5- Segue l’ottimo ingresso in gara contro il Milan con una prestazione di alto livello, forse la migliore alla Juventus. Davanti alla difesa funge da vero e proprio blocco stradale e raccoglie una grande quantità di palloni.

READ  La Bulgaria non vuole la Macedonia del Nord nell'Unione europea

Stryger Larsen 7 – La voglia di riscatto in lui era forte dopo l’errore contro il Milan. Particolarmente motivato, gioca una partita di spessore mettendo in doppio il solito coraggio e cercando anche la gioia personale in due occasioni (buon consiglio per dirgli di no). Pienamente perdonato, semmai fosse necessario vista la serietà e la professionalità del ragazzo. Ben fatto Jens!

Pereyra 6.5 – Galleggia sul terreno della trequarti e resta l’uomo più alto in fase di non possesso per sfruttare il suo pennacchio, si accende a intermittenza ma non dà nessun punto di riferimento alla difesa del Sassuolo. In finale ha trovato la strada verso l’obiettivo, il terzo nel suo campionato

Llorente 8 – Il Re Leone ruggisce. Tanto lavoro sporco (un clamoroso recupero in area di rigore a dieci minuti dalla fine del match) e un gol tanto bello quanto pesante, purosangue in attacco. (Dal 86 ‘Nestorovski sv).

Luca Gotti 7 – La sua Udinese è davvero una macchina perfetta, automatismi e imprevedibilità a venire. Oggi trova anche il gol del centravanti Llorente e chiude tutti gli spazi ai palleggiatori del Sassuolo che alla fine non si fanno mai pericolosi. Non soffre e continua per la sua strada, una sconfitta negli ultimi nove giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *