EUROPA LEAGUE, CONFERENZA STAMPA ANTONIO CONTE

EUROPA LEAGUE, CONFERENZA STAMPA ANTONIO CONTE

Torna l’Europa League, torna l’Inter e domani sera affronterà i tedeschi per i quarti di finale Bayer Leverkusen che al secondo turno ha eliminato i Glasgow Rangers. L’allenatore dell’Inter, Antonio Conte, risponderà alle domande dei cronisti presenti in sala stampa, FcInter1908.it riporterà il testo diretto con le parole dell’allenatore.

Queste le parole dell’allenatore dell’Inter accompagnato da Samir Handanovic in conferenza: “Cosa cambia tra Getafe e Bayer? Ogni squadra ha le sue caratteristiche, Getafe era una squadra di carattere, combattiva, dovevamo essere bravi a usare le stesse armi come loro e siamo stati bravi, rispondendo colpo su colpo, domani affronteremo una squadra con grande talento, non dovremo ricominciare ma allo stesso tempo dovremo far sfruttare al nostro gioco le nostre caratteristiche, per fare in fase di possesso quello che sappiamo “

Lukaku – “Soddisfazione? Penso che se la squadra fa bene Romelu, Lautaro, Sanchez, Esposito, hanno sempre fatto bene. La bravura del singolo dipende dal supporto, ha vissuto una grande stagione, grazie alla squadra che lo ha supportato, visto che Lautaro sta vivendo una grande stagione che spesso è al centro delle indiscrezioni di mercato, i complimenti vanno a loro e al squadra che gli consente di farlo. Romelu si è ambientato bene in un gruppo di bravi ragazzi, tra loro si è creata una bellissima alchimia “

FINO ALLA FINE – “Dobbiamo essere positivi, lavoriamo duramente per raggiungere l’obiettivo che deve essere il massimo. Da qui per arrivare alla fine dovremo dimostrarlo sul campo. Non dovremo avere recriminazioni, dovremo dare tutto e se sarà sufficiente per arrivare in semifinale, o in finale o per alzare la coppa, saremo tutti contenti, o ci fermeremo dove è giusto fermarsi ma senza recriminare “

PIRLO“Sono sicuramente molto contento per Andrea, oltre a quello che mi ha dato a livello calcistico stiamo parlando di una persona eccezionale, quello che penso che se ci sono giocatori che ho allenato prima e ora allenatore, vuol dire che io ‘ sto invecchiando “

Handanovic: “Cosa mi è piaciuto della partita contro il Getafe? Non abbiamo subito gol, buona partenza, eravamo compatti, loro hanno premuto all’inizio e abbiamo tenuto bene. Equilibrio difensivo, cosa è cambiato? Cambia che ogni partita in cui non si subisce gol aumenta l’autostima e la fiducia, abbiamo scoperto che la struttura ha cambiato la compattezza, quando si subisce gol per molto tempo ci deve essere anche il momento che ti sostiene, nel calcio queste cose contano “

READ  concorrenza sleale da parte dei paesi più in crisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *