Inter: il messaggio di Antonio Conte ad Andrea Pirlo

Inter: il messaggio di Antonio Conte ad Andrea Pirlo

Antonio Conte nella conferenza stampa alla vigilia della sfida del Europa League contro il Bayer Leverkusen voleva inviare un messaggio al suo ex allievo Andrea Pirlo, appena nominato nuovo tecnico della Juventus. L’ex direttore lo era agli ordini dell’allenatore del Lecce sia nel triennio Juventus che in Nazionale.

“Certamente lo sono felicissimo per Andrea perché oltre a quello che mi ha dato in campo, parliamone una persona eccezionale cui sono legato da grande affetto. Per il resto, vedere giocatori che ho allenato in precedenza diventare allenatori significa questo sto diventando vecchio…”.

Conte poi ha parlato della sfida con il Aspirina: “È inevitabile che ogni squadra abbia le proprie caratteristiche. Quello di Getafe è il temperamento, sono combattivi e da quel punto di vista dovevamo essere bravi a usare le stesse armi rispondendo colpo su colpo, scendendo su un terreno dove hanno costruito le loro fortune. Bayer ha grandi talenti, bisogna stare attenti a non farsi prendere in contropiede perché da quel punto di vista sono micidiali. Dobbiamo fare quello che sappiamo in fase di possesso per metterli in difficoltà ”.

Congratulazioni a Lukaku e agli altri attaccanti: “Penso che se la squadra fa bene Lukaku, Sanchez, Lautaro e anche Esposito hanno sempre fatto bene. L’abilità del singolo giocatore dipende sempre dal contesto della squadra e dal supporto dato dai suoi compagni di squadra. Non dimentichiamo la grande stagione di Lautaro, sempre tra le voci di mercato. Sono contento che Romelu sia entrato bene nell’Inter, è un bravo ragazzo e qui ne ha trovati altri. Tra loro si è formata una bellissima alchimia ”.

READ  I verbali del comitato scientifico sono stati declassificati. Fondazione Einaudi: "Palazzo Chigi ha inviato la documentazione, accolto il nostro ricorso"

Le possibilità di‘Inter: “Sicuramente devi essere positivo perché lavoriamo ogni giorno per il massimo obiettivo. Poi da lì per arrivare alla fine si passa e dovremo dimostrare sul campo che ce lo meritiamo. Non voglio recriminazioni, dobbiamo dare tutto e se questo basta per alzare la Coppa, saremo felici. Altrimenti ci fermeremo dove è giusto fermarsi, ma senza recriminazioni ”.

OMNISPORT | 09-08-2020 22:15

Fonte: Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *