Filip Joos vede “lussuria” in Italia in Serie A: “Dobbiamo nominare 4 candidati al titolo” | Una serie

Interromperanno anche la siesta estiva in Italia il prossimo fine settimana. Il commentatore Filip Joos rileva che c’è molto entusiasmo nello stivale, si ferma sui tanti belgi, mette in bilico 4 candidati al titolo e conclude: “Se riprende tra Romelu Lukaku e Lautaro Martinez, allora l’Inter è la squadra battere.”

“Tutto ciò che diciamo è soggetto a modifiche, ehi”, afferma Filip Joos durante la sua anteprima approfondita.

La finestra di mercato estiva è ovviamente tutt’altro che finita e in Italia le carte (bancarie) sono già state rimescolate vigorosamente.

Milan, Inter e Juventus: si comincia con 3 favoriti? “In Italia pensano che sia troppo miope, perché c’è anche l’AS Roma”.

“Certo, questo club è in crescita. C’è un grande entusiasmo dopo la Conference League, ma in Italia lo si nota ovunque”.

“Nella prima giornata della partita vedrai stadi sold-out quasi ovunque. La competizione è molto attesa perché è abbastanza incerto chi diventerà campione”.

“Non c’è un favorito chiaro. Devi nominare 4 squadre in anticipo e questo dice qualcosa, anche se la Roma è un piano sotto”.

“Ma c’è molta eccitazione lì, forse perché si rendono conto che non gareggeranno in Coppa del Mondo durante questa pausa invernale. Quindi ci sarà molto interesse nei primi mesi”.

“I tifosi milanisti sono impazziti, ma non avevano sentito parlare di De Ketelaere prima della telenovela”

C’è anche molto interesse da parte dell’esercito di giocatori che è volato in Italia. Anche con il campione dell’anno scorso, AC Milangli ingredienti freschi sono forniti per cucinare.

“Il titolo della scorsa stagione è un mezzo miracolo, ma è stato sicuramente meritato e bellissimo. Il Milan ha fatto una grande stagione, ma aveva bisogno di rinforzi e sono venuti”.

Quindi, naturalmente, un cuore belga pensa spontaneamente Charles De Ketelaere. “È la prova di quanto tu guidi i fan per un giocatore di cui non hanno mai sentito parlare prima di questa telenovela di trasferimento”.

Sono convinto che Charles De Ketelaere ci riuscirà, ma sarà per tentativi ed errori. Anche se è bravo con un allenatore che non è solo un animale da calcio ma anche una brava persona.

Filippo Joos

“È clamore, ma di solito si basa sul nulla. E non intendo dire che in questo caso: semplicemente non si basa sulla conoscenza del giocatore”.

“Il fuoco si è acceso durante la telenovela, ma due mesi fa non avresti dovuto girare per Milano e chiedere chi è Charles De Ketelaere”.

“Nessuno ne aveva sentito parlare ed è pesante da un lato, perché è costato un sacco di soldi, ma allo stesso tempo è anche bello, perché è circondato dall’amore.”.

“In quella posizione, intorno al numero 10, il Milan poteva usare qualcuno e la sua identità corrispondeva a ciò di cui aveva bisogno”.

“Sono fiducioso che ci riuscirà, ma sarà per tentativi ed errori. Anche se è bravo con un allenatore che è anche una brava persona oltre ad essere un animale del calcio”.

Oltre ad Alexis Saelemaekers, c’è Origine Divock un altro connazionale in giro. “Se è in forma, avrà molti minuti di gioco”.

“Jürgen Klopp lo ha sempre definito il miglior piazzatore della sua squadra e il Milan crea molte occasioni. In linea di principio, dovrebbe essere scatenato”.

AC Milan:

IN: ao Charles De Ketelaere (Club Bruges), Divock Origi (Liverpool)
OUT: ao Franck Kessie (Barcellona)

“Juventus? Ci sono dubbi sul calcio di Allegri”

Il Milan ha travolto il suo connazionale la scorsa stagione Inter. “Hanno tenuto roccaforti come Marcelo Brozovic, Nicolò Barella e Alessandro Bastoni e ovviamente c’è il ritorno di Romelu Lukaku.”

Se scatta ancora tra Lukaku e Lautaro Martinez, l’Inter potrebbe essere la squadra da battere”.

Anche se a Torino sperano naturalmente che la Vecchia Signora rinasca dopo due anni senza scudetto. “Sì per Juve è necessario, ma sono stati colpiti nella preparazione”.

“Ci sono soprattutto molti dubbi sull’allenamento del calcio Massimiliano Allegri. Ci sono sempre stati, ma in genere la Juventus era molto più forte della concorrenza”.

“Ora che non lo sono più, l’allenatore deve fare la differenza. E in realtà ha se stesso da incolpare”.

“Era sempre ironico quando le cose andavano bene. Ha anche raggiunto due volte la finale di Champions League, ma si assicurava che ci fosse scetticismo su di lui quando le cose non funzionavano”.

Inter:

IN: ao Romelu Lukaku (Chelsea), André Onana (Ajax), Henrich Mchitarjan (Roma)
OUT: es Ivan Perisic (Tottenham), Alexis Sanchez (Marsiglia), Arturo Vidal (Flamengo)

Juventus:

A: Paul Pogba (Manchester United), Angel Di Maria (PSG), Gleiso Bremer (Torino), Federico Chiesa (Fiorentina)
Cessioni: ao Giorgio Chiellini (LA FC), Matthijs de Ligt (Bayern Monaco), Alvaro Morata (Atletico Madrid), Paulo Dybala (Roma)

“I tifosi della Juve possono già vedere l’atmosfera intorno a Pogba”

“La Juventus non è una delle favorite in questo momento. Penso che sia un gradino sotto i club milanesi”, dice Filip Joos.

Il “Pogback” non lo cambia immediatamente. “Paul Pogbag è ferito e opta per la terapia conservativa come trattamento. In questo modo il Mondiale è fattibile alla fine di quest’anno”.

“I tifosi della Juve stanno già vedendo l’atmosfera: Pogba giocherà il Mondiale e dopo sarà operato, il che significa che avrà giocato forse 5 partite per il suo club”.

“Quindi temono che dopo i Mondiali sia necessaria un’operazione. Ha senso anche se porti un giocatore libero: poi è ancora più padrone del proprio corpo, più che se gli pagassi 50 milioni di euro. “

Considero la Juventus un gradino sotto Milan e Inter.

Filippo Joos

Abbonati AS Roma.

Secondo gli italiani, al buffet si aggiunge un quarto ospite: AS RomaVincitore della Conference League.

Soprattutto l’arrivo di Paolo Dybala (della Juventus) emoziona i romani. “Hai visto come si è seduto con la sua performance pazzesca? Ha pensato, dove sono finito?”

“Se ha quelle persone dietro di lui allo stadio… ha tutto il merito. Se non è ferito troppo, sarà un grande matrimonio”.

Sorprendentemente, la Roma non si è ‘pagata’ del tutto con l’arrivo di Dybala. “La campagna per gli abbonati è stata chiusa pochi giorni prima del suo trasferimento”.

“Dopo ogni club riaprirebbe la vendita, ma la Roma no. Volevano premiare la fedeltà degli abbonati che già prima di Dybala credevano nel club. Gli abbonati pensano che sia fantastico. Mostra coraggio e lungimiranza”.

AS Roma:

A: Paulo Dybala (Juventus), Nemanja Matic (Manchester United), Georginio Wijnaldum (PSG), Mile Svilar (Benfica)
OUT: Jordan Veretout (Marsiglia), Henrich Mchitarjan (Inter)

Paulo Dybala e AS Roma: potrebbe essere un matrimonio meraviglioso.

Filippo Joos

“Il Napoli ha perso l’anima”

Un tavolo per 4, niente cena per cinque. Napoli non verrà assegnato il tag di contendente al titolo dopo la partenza di Dries Mertens, Lorenzo Insigne e Kalidou Koulibaly, tra gli altri.

“Questo club ha un po’ perso l’anima. E non puoi sostituirlo in un’estate. Mister Luciano Spalletti dovrà tirare fuori la sua scatola dei trucchi o sarà una stagione grigia e anonima”.

“Il presidente Aurelio De Laurentiis sta per tirare fuori qualcosa dal suo cappello, ma mi dispiace un po’ per Victor Osimhen. È rimasto e ora deve sentirsi un po’ depresso”.

Napoli:

IN: ao Min-jae Kim (Fenerbahçe), André Zambo Anguissa e Mathias Olivera (Getafe)
OUT: ao Dries Mertens (Galatasaray), Lorenzo Insigne (Toronto), Kalidou Koulibaly (Chelsea)

READ  MotoGP | Marquez in ospedale: chiusura terza operazione - Moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.