Ftse Mib nel rally, Mps decolla

Tralasciando un inizio debole, la Borsa di oggi, 2 novembre 2020, ha aperto la settimana in territorio decisamente positivo dopo le ultime ottave vendite e sulla scia delle indicazioni macroeconomiche.

In particolare, ad ottobre, l’indice che misura il sentimento dei responsabili degli acquisti nell’industria manifatturiera europea è aumentata più delle stime a 54,8 punti (53,8 punti per il dato italiano).

In corrispondenza della fine del commercio in Europa, l’eurodollaro è passato leggermente di mano a 1,16358 (-0,04%) mentre il Brent, nonostante i timori di ulteriori blocchi, ha registrato un + 0,6% a 38,26 $.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib in rally, Mps vola

In conclusione, il Ftse Eb si è fermata a 18.400,03 punti, + 2,55% rispetto al dato precedente, mentre si diffusione Italia-Germania sono aumentate di quasi il 2% a 135 punti base.

Inizio della settimana Nexl è andato controcorrente (-2,58%). L’azienda ha annunciato di aver iniziato un periodo con il gruppo Nets trattativa esclusiva per giungere, entro 10 giorni, ad un accordo vincolante tra le parti per una fusione.

Sempre avanti aggiunte, riflettori accesi UniCredit (+ 3,2%) ed MPS (+ 8,32%) dopo che i giornali hanno riferito che il progetto era allo studio dei due istituti.

Due velocità per FCA (+ 2,64%) dati in attesa di registrazioni e Recordati (-3,84%), a seguito del downgrade da parte degli analisti del Goldman Sachs da “acquista” un “neutro”.

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: Ftse Mib, focus su Nexi e banche

Alle 13 Ftse Eb e il Cac40 guadagna l’1,8% e Dax 1,84% di sale.

In aumento diffusione Italia-Germania, che crescono del 2,49% a 136 punti base.

READ  Niente più autovelox, multe comunali e moto al contrario: ecco come cambiano le regole della strada

Tra i banchieri, UniCredit 2,19% ed anticipo MPS guadagno 8,8% dopo che i giornali hanno riferito di un progetto di integrazione tra i due istituti.

Parità per Nexl che ha annunciato di aver iniziato un periodo di trattativa esclusiva per giungere, entro 10 giorni, ad un accordo vincolante tra le parti per una fusione.

Future Wall Street: attesa decisamente positiva

A due ore e mezza dall’inizio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un + 1,69%, che su S e P500 aumentato dell’1,44% e il futuro in Nasdaq 1,18% di sale.

Piazza Affari, aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, riflettori puntati su Nexi dopo l’annuncio della fusione con Nets

A Milano il canestro principale, il Ftse Eb, durante i primi scambi della seduta odierna, 2 novembre 2020, quota 17.879,31 punti, -0,36% rispetto al dato precedente, mentre lui diffusione Italia-Germania sono aumentate del 3,62% a 137 punti base.

Primi scambi positivi per il Dax (+ 0,51%) per Cac40 (+ 0,02%) e Ftse100 (-0,07%) sono quotate a parità sostanziale.

Territorio fortemente negativo per iniziare la settimana Nexl (-3,03%). L’azienda ha annunciato di aver iniziato un periodo con il gruppo Nets trattativa esclusiva per giungere, entro 10 giorni, ad un accordo vincolante tra le parti per una fusione.

“L’integrazione di Nexi con il gruppo Nets rientrerebbe nel rapido consolidamento in atto a livello internazionale ed europeo nel settore dei pagamenti digitali, già previsto nell’ambito dell’annunciata fusione con SIA”, si legge nel comunicato. della società. .

L’operazione, strutturata come fusione di Nets in Nexi, sarà completata interamente tramite una borsa di studio, con impegni di blocco a lungo termine per gli attuali azionisti di Nets – inclusi Hellman & Friedman – e non considera di contrarre ulteriori debiti.

READ  Covid e Dpcm, il governo non esclude il blocco del Natale. Trasporti, più controlli

Sempre avanti aggiunte, riflettori accesi UniCredit (+ 0,39%) ed MPS (+ 0,4%) dopo che i giornali hanno riferito che il progetto era allo studio dei due istituti.

Rosso un quarto per cento per cento FCA in attesa di dati registrazioni e -2,16% per Recordati dopo il downgrade da parte degli analisti di Goldman Sachs da “acquista” un “neutro”.

Mercati azionari asiatici: prima seduta della settimana positiva

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng segna un + 1,35%, la Cina A50 chiude con un + 0,3% e il Nikkei ha chiuso con un + 1,39%.

Un aumento dello 0,4% per l’Australia S & P / ASX 200.

Wall Street: la settimana si è conclusa con un segno meno

Sulla scia delle tensioni dall’Europa, il Dow Jones finito con un -0,59%, lo S e P500 ha chiuso con -1,21% e il Nasdaq ha ottenuto un punteggio di -2,45%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *