Gazprom interrompe la fornitura di gas naturale russo all’Italia |  Economia

Gazprom interrompe la fornitura di gas naturale russo all’Italia | Economia

Il gruppo statale russo del gas Gazprom non fornisce più gas naturale all’Italia, riferisce l’azienda italiana di petrolio e gas Eni.

Eni afferma di essere stata informata da Gazprom che non è possibile fornire gas all’Italia dall’Austria a causa di un problema di trasporto. Un portavoce di Eni ha detto che Gazprom stava verificando se fosse possibile riprendere le consegne di gas in Italia.

Il gas russo fornito all’Italia attraverso l’Austria passa attraverso i gasdotti che attraversano l’Ucraina. Questo gas entra in Italia via Tarvisio, città di confine con l’Austria.

Gazprom afferma che l’Austria si rifiuta di consentire il passaggio del gas all’Italia a causa di modifiche normative e sta lavorando a una soluzione con i clienti italiani. Il gas russo verrebbe semplicemente instradato in Austria.

L’Italia sta riducendo la sua dipendenza dal gas russo importando di più dall’Algeria, ad esempio, e accelerando il lavoro sulle fonti di energia rinnovabile. Prima della guerra in Ucraina, la Russia rappresentava circa il 45% del consumo di gas dell’Italia. A giugno, quella percentuale era scesa al 25%.

All’inizio di questa settimana, i gasdotti Nord Stream 1 e 2 tra Russia e Germania sono stati danneggiati da esplosioni. Si sospetta che nel Mar Baltico siano stati commessi atti di sabotaggio.

READ  AstraZeneca, stop alle vaccinazioni per i militari e le forze dell'ordine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *