Gelo polare nelle montagne del Veneto, ma anche nei paesi termometrici …

Asiago (webcam domenica 14 febbraio)

Asiago (webcam domenica 14 febbraio)

Se le temperature polari sono state raggiunte in montagna, con -27,7 gradi alla Piana di Marcesina a quota 1310 metri, nelle capitali veneziane, i minimi erano tutti sotto lo zero con il record di Belluno di meno 8,8.

Il Bollettino Arpa Veneto mostra una situazione di congelamento estesa a tutta la regione. A partire dal Asiago a 1016 metri dove si è fermato il termometro -18.1, proseguendo verso Sappada (1265 m) con -17 e Santo Stefano di Cadore (902 m) con -16.8, Falcade (1150 m) -15.3, Arabba (1642 m) -14.7. A Cortina d’Ampezzo, dove sono in corso i Mondiali di sci, il termometro ha segnato -14,5.

Nelle capitali il record ha raggiunto Belluno, seguito da Vicenza con -8, Treviso -6, Padova -5,2, Venezia -4,5. Rovigo e Verona chiudono, entrambe con -4.

PREVISIONI

La portata prevalentemente nord-occidentale che ci interesserà nei prossimi giorni determina la stabilità del tempo sul Veneto, nota Arpav; il clima si manterrà secco e molto freddo fino all’inizio della settimana, con minime ben al di sotto delle medie del periodo; Da lunedì le temperature aumenteranno leggermente, dalle zone di montagna, e nei primi giorni della settimana ci sarà una nuvolosità medio alta ma nessuna precipitazione.

Lunedì 15. Tempo stabile con cielo sereno o parzialmente nuvoloso, salvo il transito di modeste nubi alte nel pomeriggio / sera.
Pioggia. Assente.
Temperature. Valori massimi in aumento in quota e stabili in pianura; minima con variazioni locali, ancora ben al di sotto dello zero anche in pianura.
Venti. In pianura prevalentemente debole / moderato sud-ovest; Tesi nordica in alta quota.

READ  Visco e gli effetti di Covid: `` Sulle piccole banche pesano di più '' - Economia

Martedì 16. Tempo ancora stabile con cielo sereno al mattino a poco o parzialmente nuvoloso durante la giornata, a causa dell’addensamento di nubi medio-alte, soprattutto nelle zone montuose settentrionali.
Pioggia. Assente.
Temperature. Le temperature generalmente salgono, più sensibili in montagna, in particolare sulle Dolomiti.
Venti. In pianura, occidentali deboli, poi rotanti verso orientali deboli dal pomeriggio. In quota da nordovest, in serata da attenuazione a moderata da ovest.

Orientati

Mercoledì 17. Cielo da nuvoloso a molto nuvoloso al mattino, soprattutto sulle Dolomiti, con nuvolosità medio-bassa e qualche foschia sulla pianura meridionale; attenuazione della nuvolosità durante il giorno, per cielo quasi sereno nel pomeriggio. Le temperature generalmente aumentano, più sensibili in pianura e prealpi, ad eccezione delle massime stabili o in lieve calo nelle Dolomiti.

Giovedì 18. Parzialmente nuvoloso al mattino, con nuvolosità da leggera a media e nebbia in pianura; aumento della nuvolosità durante il giorno a cielo molto nuvoloso la sera, quando possono verificarsi precipitazioni locali molto basse. Temperature con variazioni locali, in calo nelle Dolomiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *