Germania, Merkel rifiuta il vaccino AstraZeneca

Angela Merkel rifiuta il vaccino Covid da AstraZeneca. La Germania, ha ammesso lo stesso cancelliere, è uno dei paesi con più No Vax. Perché, allora, non ha dato l’esempio ricevendo il vaccino? La motivazione è stata spiegata da sola in un’intervista al quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung.

La campagna di vaccinazione tedesca prosegue a scatti, anche a causa dei ritardi nelle consegne da parte dei fornitori che stanno interessando anche altri paesi europei. Ma intanto milioni di dosi di AstraZeneca già erogate rimangono inutilizzate nei frigoriferi Union.

Perché la Merkel ha rifiutato il vaccino AstraZeneca

La cancelliera Merkel ha detto no a chi le chiedeva di andare contro le direttive del governo e quindi ricevere la dose del vaccino AstraZeneca. In Germania, sono state fatte molte chiamate alla leader tedesca per dare l’esempio a tutta questa parte della popolazione che lei nutre. preoccupazioni sui vaccini e, in particolare, quello sviluppato dall’azienda anglo-svedese e da Oxford (sempre in collaborazione con l’Irbm di Pomezia).

La Germania ha un tasso molto alto di scettici sui vaccini. La facciata No Vax è ampia e un recente sondaggio ha rilevato che più di un terzo dei cittadini non intendeva essere vaccinato contro Covid.

Non appartengo alla fascia di età consigliata per il vaccino AstraZeneca”Ha detto laconico Merkel parlando alla Frankfurter Allgemeine Zeitung in un’intervista. Come altri paesi, la Germania ha deciso di consentire solo le iniezioni del vaccino AstraZeneca sotto i 65 anni, e Merkel ne ha 66.

In Italia, fino a pochi giorni fa, l’uso dello stesso vaccino era consentito solo sotto i 55 anni, mentre pochi giorni fa il Ministero della Salute ha approvato l’amministrazione dai 65 anni in su fino a quando non ci fossero patologie.

READ  Cashback, attenzione al bancomat: non sempre funziona

Presidente francese Emmanuel Macron, che è molto più giovane della Merkel, ha detto che accetterebbe una dose del vaccino AstraZeneca se ne fosse offerta una.

In Europa, milioni di dosi di AstraZeneca non vengono utilizzate.

La notizia del rifiuto della Merkel fa parte di un grosso problema: l’Europa non usa dosi sufficienti del vaccino AstraZeneca. La Germania è riuscita solo ad amministrare 240.000 degli 1,54 milioni di dosi disponibili, ha scoperto un’indagine del Guardian.

Analizzando i dati del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie e altre fonti ufficiali, la rivista britannica stima che quattro dosi su cinque del vaccino di Oxford siano rimaste nel frigorifero nell’UE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *