Gli affitti sociali possono aumentare di un massimo del 2,3% dal 1 luglio

La maggior parte degli affitti del settore sociale può aumentare di un massimo del 2,3% dal 1° luglio. Questo pone fine al blocco degli affitti concordato lo scorso anno. Il ministro dell’edilizia abitativa De Jonge scrive alla Camera dei rappresentanti che l’aumento autorizzato è pari all’inflazione dell’anno scorso.

Negli anni precedenti le associazioni edilizie potevano aumentare gli affitti sociali con l’inflazione più 1%, ma quest’anno verrà rimosso l’1% aggiuntivo. Questo protegge gli inquilini da aumenti degli affitti eccessivamente elevati, mentre le associazioni edilizie possono coprire i loro costi crescenti, scrive De Jonge.

La decisione non significa che anche tutti gli affitti nel settore sociale aumenteranno del 2,3% a luglio. Per gli inquilini con redditi più elevati, le società immobiliari possono aumentare ulteriormente gli affitti, da 50 a 100 euro al mese. La condizione è che il prezzo totale non superi il prezzo massimo di locazione della casa.

Questo aumento dell’affitto legato al reddito (IAH) non è stato applicato l’anno scorso a causa della crisi della corona, ma De Jonge vuole consentirlo quest’anno. Il reddito da locazione extra percepito dai proprietari può essere utilizzato per limitare gli aumenti degli affitti per le persone a basso reddito, scrive il ministro.

Un aumento maggiore il prossimo anno?

L’inflazione è aumentata notevolmente negli ultimi tempi. Il mese scorso era del 6,4%. De Jonge avverte che l’aumento dell’inflazione “potrebbe riflettersi principalmente nell’aumento degli affitti nel 2023”.

L’anno scorso, gli affitti del settore sociale sono stati congelati su insistenza della Camera dei rappresentanti. Questa misura scadrà il 1° luglio e il gabinetto non vede alcuna intenzione di prorogarla. Se alle associazioni edilizie non è consentito aumentare i loro canoni, ciò ridurrà il margine di investimento, a scapito della costruzione di nuove abitazioni e della sostenibilità delle abitazioni esistenti, sostiene De Jonge.

READ  Il governo filippino indaga sui laptop Celeron datati da $ 1.000 - Computer - Geeks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *