Gli effetti a lungo termine degli integratori di vitamina D sulle donne: uno studio

Gli effetti a lungo termine degli integratori di vitamina D sulle donne: uno studio

Uno studio condotto dall’Università dell’Arizona ha rivelato importanti risultati sull’utilizzo a lungo termine degli integratori di vitamina D e calcio nelle donne in post-menopausa.

Secondo la ricerca, più dell’80% delle donne di età superiore ai 70 anni soffre di carenza di vitamina D e calcio, due elementi essenziali per la salute delle ossa. Proprio per questa ragione, le donne anziane sono il principale target per l’assunzione di tali integratori al fine di preservare la salute ossea.

Lo studio ha coinvolto oltre 36.000 donne in post-menopausa, escludendo coloro che avevano una storia di cancro al seno o al colon. I risultati hanno mostrato che le donne che assumevano integratori di vitamina D e calcio presentavano un rischio inferiore del 7% di morire di cancro rispetto a coloro che assumevano un placebo.

Tuttavia, è emerso che le donne che assumevano gli integratori avevano un aumento del 6% della mortalità per malattie cardiovascolari. Non sono stati riscontrati effetti significativi sull’andamento della mortalità complessiva o sul tasso di fratture all’anca.

In conclusione, lo studio ha sottolineato l’importanza di utilizzare gli integratori solo quando c’è effettiva necessità, poiché possono influenzare diversi aspetti della salute delle donne. Bisogna quindi prestare attenzione all’assunzione di tali integratori e valutarne attentamente i benefici rispetto ai potenziali rischi per la salute.

READ  Manovra, lallarme dei distributori intermedi: Noi ignorati. Servono interventi su remunerazione e dpc o medicinali a rischio in farmacia - Hamelin Prog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *