Gli ospedali non sono in grado di recuperare il ritardo sulle cure posticipate dalla corona

Gli ospedali non sono in grado di recuperare il ritardo sulle cure posticipate dalla corona

Salute30 ago ’22 15:25Autore: Editor Web BNR

Con grande delusione dell’Autorità sanitaria olandese (NZa), gli ospedali hanno a malapena recuperato le cure rinviate dalla corona quest’estate. Ora ci sono tante persone in attesa di cure quante a giugno. In vista del forte calo dell’assistenza ai pazienti con corona virus, l’autorità si aspettava un maggiore recupero.

In periodi precedenti, anche gli ospedali non sono stati in grado di recuperare il ritardo, mentre il virus corona non era più un grosso problema. “Ribadiamo l’invito agli operatori sanitari, agli assicuratori sanitari e ai professionisti sanitari di collaborare più intensamente per eliminare questi arretrati”, ha affermato l’organizzazione. Ci sono differenze nei tempi di attesa tra le regioni. NZa ritiene che una migliore cooperazione possa portare a un migliore utilizzo della capacità.

Ora ci sono tante persone in attesa di cure quante a giugno.  In vista della cura della corona notevolmente ridotta, l'autorità si aspettava un maggiore recupero.
Ora ci sono tante persone in attesa di cure quante a giugno. In vista della cura della corona notevolmente ridotta, l’autorità si aspettava un maggiore recupero. (ANP / Patricia Rehé)

Quattro ospedali non possono fornire le cure previste

Nel frattempo, le cure programmabili sono state ulteriormente ridotte dagli ospedali. Il 41% fornisce queste cure normalmente, rispetto al 52% di giugno. Ora ci sono quattro ospedali che non possono fornire le cure che devono essere fornite entro sei settimane per evitare ulteriori danni alla salute.

Leggi anche | Il Consiglio di Stato è positivo sulla legge corona, ma si chiede

L’assenteismo sanitario medio è stato persino più alto a luglio rispetto a prima della crisi del coronavirus. Tuttavia, l’assenteismo nei vari settori varia dal 6,7 al 9,1%. Nel 2019 era tra il 4,6 e il 6,3% nello stesso periodo. I tempi di attesa nell’assistenza sanitaria mentale (GGZ) sono stati troppo lunghi per un po’ di tempo e ora mostrano un leggero aumento, secondo l’autorità.

READ  De handle om je dag gezond te starten – en dat vol te houden

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *