Gli scienziati confermano un metodo efficace per far addormentare i bambini che piangono

Gli scienziati confermano un metodo efficace per far addormentare i bambini che piangono

Sabine Joosten

Notizie ONSModificato

Quello che già molti genitori sapevano è confermato da una nuova ricerca: è meglio fare una passeggiata con un bambino prima di metterlo a letto. Il movimento li calma. Questo metodo è più efficace per i bambini che piangono.

Circa il 20-30% dei bambini piange eccessivamente e ha difficoltà a dormire senza una ragione apparente. Questo provoca stress per i genitori. Per far addormentare un bambino, ricercatori giapponesi e italiani offrono ora un programma: “Porta per cinque minuti, poi siediti con il bambino in braccio per cinque-otto minuti”, afferma un nuovo studio pubblicato a New York. Apparve la biologia attuale. Dopodiché, l’80% dei bambini si addormenta.

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno filmato 21 bambini di età compresa tra due settimane e sette mesi. È successo in laboratorio oa casa dei genitori. I bambini sono diventati visibilmente più calmi quando la madre ha camminato con loro per cinque minuti. Inoltre, la loro frequenza cardiaca è diminuita. Gli effetti sono simili per i padri.

L’effetto era maggiore nei bambini che piangevano, riferisce uno dei ricercatori al Volkskrant. Ricerche precedenti mostrano che un presepe mobile ha anche un effetto calmante, se il primo metodo non funziona.

Ricerca importante

Lo studio è importante, afferma la pedagoga del rimedio Eline Möller, ricercatrice senior presso AmsterdamUMC nei Paesi Bassi NOS Radio 1 Notizie. “Penso che la maggior parte dei genitori che hanno un bambino vadano per la stanza, o fuori con il passeggino, abbastanza spesso per mettere a tacere il proprio bambino. In questo senso, non è una ricerca rivoluzionaria, ma supporta ciò che le persone naturalmente stanno già facendo”.

READ  Frustrazione tra i residenti di Shanghai: 'Per quanto tempo avrò la libertà?'

Möller dice che a volte ai genitori viene consigliato di mettere a letto il loro bambino che piange perché il bambino deve imparare ad addormentarsi da solo. “È vero, ma è perché è esausto. Non aiuta. Provoca molto stress per il bambino e per i genitori. È molto importante che i genitori prestino attenzione ai segnali che dà il loro bambino”, afferma il correttivo insegnante.

Secondo Möller, ha senso che i bambini non si calmino da soli. “Durante la gravidanza, i bambini hanno l’abitudine di dondolarsi avanti e indietro. Sentono e sentono anche la loro madre. Quindi è scomodo se ti sdrai all’improvviso in un letto tranquillo. Non puoi viziare i bambini, soprattutto non nei primi sei mesi. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *