gli studenti forniscono risultati “deludenti” in matematica e lettura

“I risultati per la lettura e per i test di matematica sono, come in altre ricerche, deludenti”. È quanto si legge nel comunicato stampa dell’Associazione educativa delle città e dei comuni (OVSG), l’organizzazione ombrello per l’istruzione urbana e municipale.

Questi sono i risultati del test OVSG. Questo è il test che gli alunni del sesto anno della scuola primaria urbana e comunale e il GO! prendere ogni anno.

Il test si compone di due parti: durante tutto l’anno ci sono tutti i tipi di prove pratiche. Alla fine dell’anno scolastico, c’è un vero test per cinque materie: olandese, matematica, scienze e tecnologia, persone e società e francese. Sono soprattutto questi ultimi a spiccare. In media, gli alunni ottengono un punteggio del 63,2% in “lettura” (72,9% per l’olandese). Per la matematica, il totale è del 63,9%. Il punteggio è più basso per la componente “misurazione”: lì lo studente medio arriva al 56,8%.

“Vorremmo che questi numeri fossero un po’ più alti”, afferma Walentina Cools, amministratore delegato di OVSG. “Se vogliamo gettare le basi della matematica e dell’olandese, speriamo di rafforzarle a tempo debito. Devi avere l’ambizione di voler arrivare almeno a un sette su dieci”.

I risultati deludenti sono in linea con gli studi precedenti, sia internazionali (PIRLS e TIMSS) che nazionali (i test di valutazione che esaminano se gli studenti stanno raggiungendo gli obiettivi di raggiungimento delle materie). “Negli ultimi anni, tutti questi studi hanno effettivamente prodotto risultati piuttosto deboli per gli studenti delle scuole primarie”, afferma Rianne Janssen (KU Leuven), che co-dirige il Policy Research Center for Test Development and Assessment Research (STEP). Così confermato il sondaggi di matematica questa tendenza di recente: su 6 dei 21 test somministrati a tale scopo, la metà o meno della metà ha raggiunto gli obiettivi minimi. In generale, il risultato ottenuto è inferiore a quello del 2016 e del 2009.

READ  Nuovo test di talento | Vieni a vedere cosa hai imparato nel 2021

chiavi fiamminghi

Per fare qualcosa in merito ai risultati, l’OVSG ha consentito alle scuole di confrontarsi con altre scuole che hanno più o meno la stessa popolazione studentesca.

Duecento scuole che vogliono scavare più a fondo nei numeri hanno commissionato un cosiddetto “back to school report”. In collaborazione con il servizio di orientamento pedagogico dell’organizzazione ombrello, lavoreranno su questo. “È davvero un lavoro personalizzato”, afferma Cools. “Stiamo esaminando la situazione scuola per scuola e per ogni area specifica stiamo esaminando ciò che non va e come possiamo aiutare gli insegnanti”.

In effetti, ciò corrisponde a ciò con cui vuole fare il ministro dell’Istruzione fiammingo Ben Weyts (N-VA). le chiavi fiamminghe: ogni studente quattro volte nella sua carriera scolastica prove di matematica e di olandese e trasmetti le informazioni alle scuole in modo che possano approfondirle.

L’OVSG è qui piuttosto bello innamorato† L’organizzazione ombrello ora sottolinea due cose: che lo fanno già da soli tramite questi test e, inoltre, per qualcosa di più dell’olandese e della matematica. Usano questi risultati per enfatizzare questo.

Alla prova hanno partecipato 25.788 studenti. Le scuole ufficiali possono decidere autonomamente se partecipare o meno. Nell’istruzione urbana e municipale, il 94% delle scuole lo ha fatto. Anche il 91 per cento delle scuole primarie nel GO! ha preso parte. Il via libera! sta ancora studiando i risultati e non ha potuto commentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.