Gli uomini tra i 31 ei 50 anni hanno già superato la loro “tassa annuale” massima

Gli uomini tra i 31 ei 50 anni hanno già superato la loro “tassa annuale” massima

Forse te lo sei perso, ma oggi è lo Zoutmax Day. In una simile giornata nazionale un’inchiesta è sempre condivisa ed è così anche oggi. Uno studio sull’uso del sale.

E così si scopre: il foodwatch del cane da guardia della dieta ha calcolato che gli uomini olandesi di età compresa tra i 31 e i 50 anni avevano già ricevuto la loro quantità massima di sale per un anno intero il 14 luglio. Ciò significa che ogni grammo di sale che consumano in media da domani fino alla fine del 2022, ovvero altri cinque mesi, è troppo. Puoi anche notarlo nel tuo corpo, a proposito, se consumi troppo sale.

Diversi consigli sul sale

Secondo il RIVM, gli uomini in questa fascia di età consumano 9,4 grammi al giorno. Si tratta di una cifra molto diversa da quella condivisa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). L’OMS raccomanda un massimo di 5 grammi di sale al giorno.

La grande differenza di consumo tra uomini e donne nei Paesi Bassi è notevole, soprattutto tra gli adulti. Ad esempio, il consumo medio delle donne nella stessa fascia di età è di 6,8 grammi al giorno. E questo mentre gli uomini hanno maggiori probabilità di soffrire di malattie cardiovascolari.

Mangiare meno sale ci è reso difficile. Proprio come ha già fatto notare foodwatch in occasione dello Sugar Max Day, i colpevoli sono principalmente i prodotti trasformati a cui è già stato aggiunto del sale. Dei 9,4 grammi al giorno che gli uomini assumono, l’83% proviene dal cibo e il 17% viene aggiunto a casa. Questo è il grosso problema secondo il cane da guardia del cibo. La maggior parte del sale che consumiamo viene aggiunto dai produttori, ad esempio per modificare il gusto o la durata di conservazione dei prodotti. Le principali fonti di sale nella nostra dieta sono prima il pane ei prodotti a base di cereali (26%), poi i prodotti a base di carne (20%) e infine i latticini (17%).

Accusa: marketing subdolo con bombe di sale

“I produttori di alimenti sono certamente consapevoli delle conseguenze di elevate quantità di sale nei loro prodotti”, riferisce foodwatch. “Ma fanno poco per ridurre i prodotti salati per migliorare la nostra salute. Al contrario, usano il marketing subdolo per venderci ancora di più questi prodotti. Ad esempio, usano uno stereotipo secondo cui mangiare carne è tradizionalmente “maschile” per spalmarla sugli uomini. Questo mentre la carne è il gruppo alimentare che contribuisce in secondo luogo all’assunzione di sale. Le aziende stanno quindi deliberatamente prendendo di mira gli uomini con annunci di bombe a sale. Oggi pubblichiamo sul nostro sito web alcuni prodotti con quantità scioccanti di sale ed esempi di questo tipo di marketing stereotipato.

Con il (quarto) Salt Max Day, il food watchdog foodwatch vuole attirare l’attenzione sul consumo eccessivo di sale nei Paesi Bassi. “Tutte le fasce d’età hanno il loro Salt Max Day prima del dovuto, con gli uomini molto prima delle donne. Il primo Zoutmax Day per le donne è rivolto alle ragazze dai 4 agli 8 anni (11 settembre).

Questi giorni cambiano qualcosa? No. Due anni fa, il Salt Max Day era già il 13 luglio, quindi un giorno prima. La ricerca in circolazione all’epoca: ‘Uomini tra i 31 ei 50 anni…’

Nutrizione in primo piano: i prodotti di marca A sono più sani dei prodotti di marca B?

Hai visto un errore? Mandaci una email. Ti siamo grati.

Risposta all’articolo:

Gli uomini tra i 31 ei 50 anni hanno già superato la “tassa annuale” massima sul sale

READ  Tom (27) ha superato la sua depressione e ora vuole rompere il tabù della salute mentale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *