Nel 2019, il telescopio spaziale Hubble ha fotografato una cometa speciale, ovvero un visitatore proveniente da un altro sistema solare.

La cometa 2I/Borisov è nata su una stella diversa dal Sole. L’oggetto potrebbe essere stato buttato fuori dal suo stesso “sistema solare” in una fase iniziale, diventando un turista che viaggia da solo attraverso la Via Lattea a 160.000 chilometri all’ora. Questo rende l’oggetto così veloce che la cometa non può essere “catturata” da altre stelle, come il nostro sole. La cometa è il secondo oggetto interstellare conosciuto nel nostro sistema solare.

Il primo oggetto interstellare conosciuto è Oumuamua: un oggetto a forma di sigaro lungo 300 metri. Oumuamua ha vagato per l’universo per milioni di anni prima di entrare nel nostro sistema solare. L’oggetto speciale ha tenuto le cose piuttosto impegnate. Molti hanno persino pensato che ‘Oumamua rappresentasse un’astronave aliena, costruito dagli alieni. Anche CNEOS-2014-01-08 – che ha bruciato ingloriosamente nell’atmosfera terrestre nel 2014 – potrebbe essere stato un oggetto interstellare.

Nella foto spaziale della settimana, la cometa interstellare è visibile in blu. Nella foto, la cometa si trova a 327 milioni di chilometri dalla Terra. A sinistra della cometa c’è una galassia a spirale distante 390 milioni di anni luce. La cometa ha un nucleo di un chilometro, una coda di polvere corta e una virgola. Sulla base di queste caratteristiche, l’oggetto appare indistinguibile dalle comete nate nel nostro sistema solare”, ha affermato il ricercatore Piotr Guzik. In breve, la cometa non è molto speciale. Scienziati scoperti nel 2019 ghiaccio d’acqua sulla cometa. Una forte evidenza che il nostro sistema solare probabilmente non è unico e che ci sono molti altri luoghi ricchi di acqua nel nostro universo.

READ  Il riscaldamento non è ancora acceso? Ecco cosa fa il freddo al tuo corpo | Salute

Un altro fatto divertente su 2I/Borisov: potrebbe essere la prima cometa veramente incontaminata mai vista. Fino al suo volo davanti al sole nel 2019, la cometa lo è Non sono mai stato vicino a una stella prima d’ora. In altre parole, possiamo vedere 2I/Borisov come un vestigio intatto della nuvola di gas e polvere da cui è nato. Sotto questo aspetto, la cometa è paragonabile a Hale-Bopp. Si sospetta che Hale-Bopp fosse stato vicino al sole solo una volta prima del suo ultimo passaggio alla fine degli anni ’90 e quindi sia stato poco influenzato dal vento e dalla radiazione solare. Di conseguenza, la sua composizione ricorda da vicino la nuvola di gas e polvere da cui essa – e il resto del sistema solare – si è originata circa 4,5 miliardi di anni fa.

Negli ultimi decenni, i telescopi spaziali e i satelliti hanno catturato bellissime immagini di nebulose, galassie, vivai stellari e pianeti. Ogni fine settimana eliminiamo dagli archivi una o più foto spaziali impressionanti. Ti piacciono tutte le foto? Controllali su questa pagina.