I crematori estraggono milioni di metalli dalle fornaci a causa degli alti prezzi delle materie prime

I crematori estraggono milioni di metalli dalle fornaci a causa degli alti prezzi delle materie prime

I crematori estraggono milioni di metalli dalle fornaci a causa degli alti prezzi delle materie prime

Fianchi artificiali, spille di metallo e chiodi nelle bare lasciate dopo i funerali portano più soldi ai crematori. L’aumento dei prezzi delle materie prime, tra le altre cose, ha lasciato più soldi nei forni crematori per i metalli.

Oltre alle ceneri, ogni giorno dopo le cremazioni sono rimasti dei metalli, che i crematori raccolgono in contenitori. “Troverai protesi, ma anche forbici che rimangono nel corpo”, afferma Roel Stapper del crematorio Zuylen di Breda e membro del consiglio di amministrazione dell’Associazione nazionale crematori. “Nei Paesi Bassi, un chirurgo lascia le forbici al loro posto quando un paziente muore e le trovi molto raramente. Ma anche occhiali, gioielli o monete fortunate”.

Una o due volte l’anno, i vassoi vengono raccolti dai crematori e portati a un’azienda che controlla se i metalli possono essere riciclati. I metalli sono usati, tra le altre cose, nella costruzione di aerei.

Parenti

Per anni i ricavi oscillano tra 1,6 e 2,5 milioni di euro. Negli ultimi anni gli incassi sono aumentati fino a superare i 3,5 milioni nel 2021. “Si prevede di raggiungere sicuramente i 4 o 5 milioni, perché i prezzi delle materie prime sono aumentati tanto”, afferma Roel Stapper dell’Associazione Nazionale Crematori. . .

Il prodotto sarà enti di beneficenza donato dal Dr. CJ Vaillant Fund, a cui sono affiliati quasi tutti i crematori nei Paesi Bassi.

READ  Fattura elettronica automatica per pagamenti al punto vendita: arriva il servizio PagoPA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *