I dipendenti DNB hanno torto con gli investimenti privati

I dipendenti DNB hanno torto con gli investimenti privati

Sedici volte le regole sugli investimenti sono state violate. Un netto aumento rispetto all’anno precedente, quando avevano appena nove anni. DNB sostiene che gli errori sono stati commessi principalmente perché i dipendenti non sono sufficientemente consapevoli del divieto per i dipendenti DNB di effettuare day trading in borsa.

Anche gli addetti ai lavori sbagliano con le regole

Ma non è l’unico problema. Andò male anche con la vendita di azioni. I dipendenti devono chiedere l’autorizzazione all’Ufficio Conformità. Ad esempio, la vendita non è consentita se sono presenti informazioni privilegiate su quel titolo specifico all’interno di DNB. L’insider trading è severamente vietato.

I dipendenti di DNB che non hanno ingiustamente richiesto l’autorizzazione per le transazioni includono sia persone che non hanno a che fare con informazioni privilegiate a causa della loro posizione, sia i cosiddetti insider. Queste sono persone che lavorano con informazioni riservate e possibilmente sensibili al prezzo. “In tutti questi casi, l’autorizzazione è stata ottenuta dalla conformità su richiesta”, aggiunge il portavoce.

Niente azioni bancarie

C’erano anche transazioni che semplicemente non erano accettabili. Ad esempio, un socio di un dipendente che è un insider ha effettuato un acquisto di azioni in un conto cointestato, il che non è consentito. I dipendenti DNB non sono mai autorizzati ad acquistare azioni di società controllate dalla banca centrale, come banche e compagnie assicurative.

Altri due dipendenti hanno essi stessi investito in società vietate. C’era anche un altro insider che ha investito in un fondo di investimento che non soddisfaceva le condizioni, ha detto il portavoce. In linea di principio, i dipendenti DNB possono investire in fondi di investimento, dove non si investe in una società, ma si acquista un intero paniere di azioni contemporaneamente.

READ  dalla Cina a Hollywood tutti alla corte del Techno King del mondo - Corriere.it

Tuttavia, ci sono regole aggiuntive per gli addetti ai lavori. Ad esempio, il fondo di investimento non può investire più della metà in istituzioni finanziarie o concentrarsi più della metà sul day trading e sulla negoziazione di titoli di stato europei.

DNB precisa inoltre che non è stato accertato che le violazioni riguardassero effettivamente l’insider trading. La banca centrale non vuole commentare ulteriormente le conseguenze personali per i dipendenti in questione. Il portavoce sostiene che esiste una procedura sanzionatoria interna in caso di violazione delle regole di onorabilità e che sono state prese misure conformi a tale policy.

Fughe di dati

Oltre agli errori con le regole di investimento, DNB ha commesso anche una serie di errori nell’attenta gestione dei dati. Nel 2022 sono state segnalate 37 violazioni dei dati, di cui 6 abbastanza gravi da essere segnalate all’autorità olandese per la protezione dei dati.

In due casi, problemi relativi al software. Nel primo caso, dopo una migrazione, troppe persone avevano il diritto di compiere determinate azioni. Nel secondo caso, sono state condivise informazioni con il fornitore del software, che non sarebbero dovute finire lì.

Inoltre, le e-mail sono state scambiate per errore, sono stati forniti troppi dati una volta dopo una richiesta di informazioni ed è stato segnalato un incidente in cui un indirizzo e-mail è stato accidentalmente lasciato non protetto, “in modo che l’uso del software possa essere collegato a un singolo dipendente”.

L’ultimo incidente riguardava le riprese della telecamera di un altro incidente che si è rivelato non disponibile, ma alla fine quel rapporto è stato ritirato poiché il filmato è stato comunque trovato.

READ  Salmone sempre più caro: ci sono alternative?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *