I lavoratori americani di Apple votano per formare il primo sindacato

I lavoratori americani di Apple votano per formare il primo sindacato

I lavoratori americani di Apple votano per formare il primo sindacato

I dipendenti di un Apple Store nello stato americano del Maryland hanno votato per formare un sindacato. È la prima volta che i dipendenti del colosso tecnologico si uniscono in un sindacato negli Stati Uniti. L’azienda ha sempre scoraggiato tali iniziative.

65 dei 110 dipendenti del negozio di Townsend, un sobborgo di Baltimora, hanno votato per formare il sindacato. 33 hanno votato contro. Alcuni dei dipendenti hanno fatto una campagna per il sindacato sotto il nome di AppleCORE (Apple’s Coalition of Organized Retail Employees). Vogliono avere più voce in capitolo su salari, orari di lavoro e misure di sicurezza.

I lavoratori della coalizione hanno detto di aver detto il mese scorso al CEO di Apple Tim Cook che volevano formare un sindacato. In quella dichiarazione, hanno affermato che la loro motivazione era “ottenere diritti che ora non abbiamo”.

I dipendenti vogliono entrare a far parte di un sindacato che Associazione Internazionale dei Macchinisti e dei Lavoratori Aerospaziali (IAM) viene chiamato. “Applaudo il coraggio dimostrato dai membri del CORE per ottenere questa vittoria storica”, ha affermato il presidente dell’IAM.

Tentativi precedenti

Le grandi aziende negli Stati Uniti hanno recentemente affrontato più tentativi sindacali da parte dei dipendenti. I lavoratori di Amazon e Starbucks, tra gli altri, hanno tentato di formare sindacati. Finora questo non ha prodotto alcun risultato.

I lavoratori di un magazzino Amazon a New York hanno accettato di formare un sindacato. È stato anche il primo negli Stati Uniti. Ma Amazon vuole che sia abrogato e vuole un secondo voto.

Un tentativo era stato fatto in precedenza anche dai dipendenti Apple ad Atlanta. Si sono ritirati all’ultimo minuto perché sarebbero stati intimiditi. L’anno scorso, i dipendenti Apple hanno iniziato a parlare contro le condizioni di lavoro utilizzando l’hashtag #AppleToo.

READ  tassi invariati, Powell chiede nuovi stimoli

Apple ha rifiutato di commentare il voto di Townsend.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *