I medici di famiglia segnalano enormi problemi su un sito Web speciale |  Interno

I medici di famiglia segnalano enormi problemi su un sito Web speciale | Interno

Come è noto, il medico di famiglia è sempre più impegnato per ogni sorta di motivi, come i cambiamenti nell’assistenza agli anziani, il che significa che le persone continuano a vivere in modo indipendente più a lungo, ma di conseguenza anche a lui si rivolge di più. Spesso. Inoltre, non è così facile arrivare al centro di salute mentale (GGZ) e le persone che aspettano questo spesso si rivolgono al proprio medico di famiglia. “A causa delle liste di attesa nei servizi di salute mentale e negli ospedali, i rinvii spesso devono essere modificati”, afferma uno degli iniziatori del sito web, Shakib Sana.

Grande burocrazia

A questo si aggiungono le manovre amministrative e organizzative, la pesantezza e l’evoluzione delle regole, secondo Sana. Fino al 40% del tempo viene dedicato a questo, e questo viene sottratto al tempo necessario per fornire cure reali.

“Ad esempio, si indirizza una persona con la cataratta dall’oculista, che poi scopre problemi alla retina che richiedono un trattamento specializzato. Il medico di base, che ha già scritto la prima lettera di raccomandazione, deve poi scrivere una nuova lettera di raccomandazione per essere rimborsato per le cure”, riporta Sana come esempio. Inoltre, i pazienti in cura in ospedale spesso si rivolgono al medico di famiglia per le misurazioni della pressione sanguigna e gli esami del sangue, mentre cose del genere possono accadere anche in questo ospedale, anche se sono molto occupati lì, ha detto Sana.

Inoltre, la richiesta di “un certificato medico” per ogni genere di cose, dice, è in aumento. “Siamo come bancomat”.

“E considera anche il pesante onere amministrativo imposto dal governo nella forma del Wtza, il Care Provider Membership Act, con nuove regole di ingresso per i fornitori di assistenza e assistenza ai giovani. Dedichi molto tempo a sistemare questo. Devi compilare molti moduli”, afferma Sana.

READ  non si può più fare

Il 1° luglio i medici di base visiteranno il Malieveld dell’Aia per dare l’allarme sui problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *