I Yellow Tigers sognano un set contro il Giappone, ma non possono più fare acrobazie |  Coppa del Mondo di pallavolo

I Yellow Tigers sognano un set contro il Giappone, ma non possono più fare acrobazie | Coppa del Mondo di pallavolo

La Coppa del Mondo di pallavolo Yellow Tigers è iniziata la scorsa settimana con grandi prestazioni. Oggi i pallavolisti belgi hanno aperto il secondo turno del torneo contro il Giappone, paese leader.

Una ricerca di conferme, dal volto che cambia.

I Tigers hanno iniziato molto bene la partita. I giocatori di pallavolo belga hanno irradiato fiducia e hanno dominato il primo set 21-25. Il fuoriclasse Britt Herbots ha regnato come al solito contro il piccolo giapponese.

Ma l’avversario dei Tigers ha più che compensato questo divario centimetrico con agilità tecnica e, soprattutto, sofisticato gioco di squadra. I giapponesi sono spesso elogiati per il loro atteggiamento collettivo. Un valore fondamentale che ha instillato anche la nazionale di pallavolo. Vai prototipo. Un blocco immobile, senza stelle pronunciate.

Il Belgio ha una punta di diamante con Britt Herbots. Ma nel secondo (25-20) e nel terzo set (25-16) l’importante belga difficilmente poteva essere messo in posizione. E quando i Tigers si sono sballati con un attacco giocoso, la palla troppo spesso si è scontrata con una superba ricezione dell’avversario. La ricetta per un medio-gioco laborioso.

Il Ct della Nazionale Gert Vande Broek ha quindi dato una botta alla sua squadra e li ha esortati a “vedersi l’uno contro l’altro” sempre meno “osare di mettersi in gioco”. I Tigers hanno reagito nel terzo set, ma hanno perso coraggiosamente 22-25.

Non c’è molto tempo per ricaricare. L’Argentina aspetta già domani.

READ  Variante Delta più diffusa del previsto: regioni a rischio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *