Il caos a Schiphol è una miniera d’oro per i club di protesta

Il caos a Schiphol è una miniera d’oro per i club di protesta

PAPÀ

  • Piano Ligtvoet

    editore Nieuwsuur

  • Piano Ligtvoet

    editore Nieuwsuur

Il folle in aeroporto è ovviamente molto fastidioso per i viaggiatori, ma fai finta che i club ne traggano vantaggio. Aziende come EUclaim, Vlucht-verraagd.nl e Aviclaim stanno registrando una crescita significativa nel numero di viaggiatori che chiedono il rimborso a una compagnia aerea attraverso di loro.

Dall’inizio di aprile, le tre agenzie hanno accettato più di 38 milioni di euro di reclami dei passeggeri per voli in ritardo o cancellati, affermano. tempo di notizie sapere, conoscere.

Se tu stesso non hai il tuo personale in ordine, non puoi invocare la forza maggiore.

Paul Vaneker, EUclaim

Flight-delayed.nl presenterà alle compagnie aeree quasi 70.000 reclami per un valore di 23 milioni di euro. Questo è più del doppio rispetto agli stessi mesi del 2019. L’agenzia ha ricevuto principalmente reclami per KLM, Transavia e Easyjet.

EUclaim chiede 10 milioni di euro di risarcimento alle compagnie aeree e 1 milione di euro per il rimborso dei biglietti per i voli cancellati. In Aviclaim, si tratta di un totale di 4,5 milioni di euro.

Questi sono tempi intensi e d’oro, ammette Tom van Bokhoven di Vlucht-verraagd.nl quando gli viene chiesto. “Ma non mi aspettavo davvero che le cose andassero così male in aeroporto”.

La società di reclami ottiene almeno un quarto

Quando una compagnia aerea paga un reclamo, la società di reclamo impegnata riceve una percentuale elevata. La sua altezza varia tra il 25% e il 29%. A volte le aziende addebitano anche costi amministrativi o quando il reclamo deve essere portato in tribunale. Se la compagnia aerea non paga nulla o se il file viene smarrito, neanche l’ufficio reclami riceverà nulla. EUclaim indica che il 97% delle richieste ha esito positivo.

READ  ABN AMRO prevede che i prezzi degli immobili scendano del 2,5% il prossimo anno | vita

Spesso i viaggiatori si rivolgono a un’agenzia di sinistri perché sono stanchi di aspettare incessantemente con la compagnia aerea nella speranza di ottenere ciò a cui hanno diritto secondo le norme dell’UE. A volte, le società di reclami del viaggiatore richiedono il rimborso dell’importo del biglietto in caso di volo cancellato. Ma molto più spesso i viaggiatori desiderano essere risarciti dalle agenzie per la perdita di tempo dovuta al ritardo o alla cancellazione e per i costi aggiuntivi sostenuti.

Compagnie aeree loro devono rimborsare i costi aggiuntivi sostenuti dai viaggiatori entro limiti ragionevoli, come il soggiorno in hotel, cibo e bevande. Salvo casi di forza maggiore.

Forza della maggioranza?

Secondo l’esperienza di EUclaim, per obbligare le compagnie aeree a pagare è necessaria un’azione legale in una delle tre richieste. Flight-delayed.nl prevede di dover citare in giudizio la compagnia aerea in almeno il 15% dei casi attuali.

EUclaim intraprende la maggior parte delle azioni legali contro le compagnie aeree dell’Europa meridionale come Vueling, TAP Air Portugal e la compagnia aerea low cost Ryanair. In tal caso, ad esempio, l’azienda è convinta che ci sia forza maggiore e quindi non debba pagare, spiega Paul Vaneker di EUclaim. “Oppure trovano irragionevoli o non necessari i costi aggiuntivi sostenuti per un passeggero”.

Tuttavia, le compagnie aeree non possono parlare automaticamente di urgenza con l’attuale caos a Schiphol, afferma Vaneker. “Stanno anche lottando con la carenza di personale. Se non hai il tuo personale in ordine, dipende solo dalla tua azienda. In tal caso, non puoi fare affidamento sulla forza maggiore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *