Il chatbot ChatGPT promette più trasparenza dopo essere stato bloccato in Italia

Il chatbot ChatGPT promette più trasparenza dopo essere stato bloccato in Italia

© REUTERS

La start-up americana OpenAI, gestore del famoso chat robot di intelligenza artificiale (AI) ChatGPT, promette di aumentare la trasparenza. ChatGPT è stato bloccato in Italia da venerdì per aver violato le leggi sui dati personali.

Fonte: BELGA

“OpenAI si impegna a migliorare la trasparenza sull’uso dei dati personali (…) e le tutele per i minori”, ha dichiarato giovedì l’autorità italiana per la privacy.

Il garante della privacy GPDP ha indicato una violazione dei dati per la decisione di bloccare ChatGPT, in cui i titoli delle chat e alcuni dati personali degli abbonati erano visibili ad altri utenti a causa di un errore tecnico. Il regolatore ha sottolineato che OpenAI non informa sufficientemente gli utenti sui dati che l’azienda americana raccoglie, ma soprattutto ha denunciato “l’assenza di una base giuridica per la massiccia raccolta e conservazione di dati personali allo scopo di “addestrare” gli algoritmi a la base”. della piattaforma”.

Infine, l’ente privacy italiano ha criticato il fatto che il chatbot sia destinato a persone con più di 13 anni, ma non vi è alcuna verifica sull’età degli utenti.

OpenAI ha avuto venti giorni di tempo per agire e comunicarlo al GPDP, pena una multa fino a 20 milioni di euro o un massimo del 4% del fatturato globale annuo.

READ  Guasto al motore su un viale italiano | Da Dongen Reader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *