Il congedo prolungato del partner non ha avuto l’effetto desiderato: “Il divario salariale è solo temporaneamente ridotto” |  Lavorare

Il congedo prolungato del partner non ha avuto l’effetto desiderato: “Il divario salariale è solo temporaneamente ridotto” | Lavorare

Negli ultimi due anni, i partner hanno diritto a un massimo di cinque settimane di congedo per parto aggiuntivo. Ciò dovrebbe dare alle madri, in particolare, più tempo per la loro carriera, riducendo così il divario di reddito tra padri e madri. Il divario si sta effettivamente riducendo a causa dei congedi extra, secondo una nuova ricerca economica, ma questo effetto è di breve durata.

Il 1° luglio 2020 è entrata in vigore la legge sul congedo extranatale (Presepe). Un dispositivo che dà ai coniugi il diritto a cinque settimane di congedo aggiuntivo dopo la nascita del figlio. Da agosto di quest’anno sono state aggiunte nove settimane di congedo parentale parzialmente retribuito. L’idea è che il congedo aggiuntivo per i partner migliori la posizione delle madri nel mercato del lavoro.

Perché avere un figlio non è favorevole alla posizione professionale e al reddito di una donna, afferma Justus van Kesteren, ricercatore presso SEO Economic Research. “Vediamo nei Paesi Bassi che il reddito delle madri quasi della metà nei primi anni dopo la nascita del bambino, mentre il reddito dei padri rimane abbastanza stabile. Il congedo di maternità aggiuntivo per il partner solleva la madre e potrebbe anche garantire una migliore distribuzione delle responsabilità di cura, in modo che le madri possano dedicare un po’ più di tempo alla loro carriera e guadagnare di più.

Meno entrate

La domanda allora sorge spontanea: è proprio vero che il congedo aggiuntivo per parto migliora la situazione delle donne? Van Kesteren ei suoi colleghi hanno deciso di avviare uno studio sull’effetto di Wieg. Per lo studio sono stati confrontati i redditi di due gruppi di padri e madri – genitori di bambini nati poco prima e subito dopo il 1 luglio 2020.

READ  È morta l'attrice Angela Lansbury (96) di Murder, She Wrote | Media e cultura


Preventivo

Forse un congedo a lungo termine potrebbe rendere più normale per i padri trascorrere più tempo a casa e per le madri lavorare di più.

Justus van Kesteren, Ricerca economica SEO

Quello che i ricercatori hanno notato è che il divario di reddito tra uomini e donne si riduce solo a breve termine se il padre usa i suoi giorni di riposo extra. Van Kesteren: ,,I papà ricevono un’indennità dall’UWV durante questo periodo, che è il 70% del reddito. Quindi, statisticamente, la quota di reddito della madre è aumentata. Il divario di reddito si è quindi ridotto non perché la madre iniziasse a guadagnare di più, ma perché il padre aveva meno entrate. E abbiamo anche visto che questo effetto è scomparso dopo tre mesi.

De Wieg non è stato introdotto solo per colmare il divario retributivo di genere, afferma Van Kesteren. Un altro fattore è che i Paesi Bassi sono molto indietro rispetto agli altri paesi europei in termini di durata del congedo di coppia. “Migliorare le opportunità di carriera per le donne è uno degli obiettivi, non l’unico obiettivo. La legge dovrebbe inoltre garantire un maggiore coinvolgimento del padre nell’educazione dei figli.

Lungo termine

Se vogliamo ridurre il divario salariale, ciò richiede una diversa distribuzione dei ruoli tra uomini e donne. A questo proposito, è logico che nessun effetto sia ancora visibile, spiega il ricercatore. “Le concezioni tradizionali della distribuzione dei ruoli – la madre resta (parzialmente) a casa con il figlio, il padre torna al lavoro – giocano un ruolo importante nel divario retributivo. Ma le norme sociali non si cambiano così facilmente. Non è che nulla stia cambiando, ma si sta muovendo lentamente”.

READ  anticipo 27 e 28 giugno 2021, trama dell'episodio

Da leggere anche a Intermedio: Congedo di nascita, congedo parentale, congedo di coppia: a cosa hai diritto?

Ma ciò che non è, può ancora accadere, afferma Van Kesteren. Un effetto a lungo termine non è certamente escluso. “Forse un congedo a lungo termine può rendere più normale che i papà stiano di più a casa e le mamme lavorino di più”.

Van Kesteren è curioso di sapere quali effetti diventeranno tutti visibili. “Spesso i datori di lavoro sono ancora riluttanti ad assumere donne in una determinata fase della vita, perché ci sono buone probabilità che rimangano a lungo assenti a causa della gravidanza e quindi lavorino di meno. Le donne infatti sono assenti più a lungo degli uomini, ma a causa dell’arrivo del Berceau, quest’ultimo si applicherà di più anche agli uomini. Sarebbe interessante se vedessimo davvero che i datori di lavoro faranno scelte diverse. »



Guarda tutti i nostri video di lavoro e carriera qui:


Unisciti alla conversazione
Puoi rispondere in fondo a questo articolo. Verranno pubblicati solo commenti rispettosi con un nome completo. Lo facciamo perché vogliamo avere una conversazione con persone che difendono quello che dicono e ci mettono anche il loro nome. Se hai ancora bisogno di inserire il tuo nome, puoi farlo cliccando su “Accedi” in alto a destra del nostro sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *