Il curatore del gruppo edile Carillion cerca 1,3 miliardi di sterline da KPMG | Finanziario

Il curatore fallimentare accusa KPMG di non aver scoperto errori nei conti annuali di Carillion. Il contabile avrebbe anche fornito rendiconti finanziari fuorvianti. Anche il regolatore finanziario britannico, il Financial Reporting Council, ha accusato KPMG di aver commesso errori a settembre. L’agenzia ha presentato una denuncia formale contro l’ufficio, dicendo che avrebbe convocato un consiglio disciplinare all’inizio del 2022.

KPMG ritiene infondata la richiesta del curatore fallimentare. Secondo la società, la direzione di Carillion è l’unica responsabile del fallimento. La società di revisione sottolinea che il consiglio e la direzione hanno determinato la strategia ed erano responsabili della sua attuazione.

A settembre, la filiale britannica di KPMG aveva ancora 228 milioni di sterline di capitale, quindi sarebbe difficile pagare il risarcimento se ciò dovesse accadere. Nei suoi ultimi resoconti pubblicati, KPMG ha aumentato l’importo stanziato per potenziali multe e cause legali a 144 milioni di sterline.

Carillion è fallita all’inizio del 2018 ed è uno dei più grandi fallimenti nella storia del Regno Unito. Quasi 3.000 posti di lavoro sono stati persi e 30.000 fornitori e appaltatori sono rimasti con circa 2 miliardi di sterline di fatture non pagate.

READ  Piazza Affari stupisce con una seduta inimmaginabile e ora sorge questa domanda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *