Il governo studia il superpass verde: “Scuole, ristoranti, supermercati”

“È il momento di un uso intelligente del Green Pass. Secondo me, ma su questo dovrà esprimersi il CTS e poi deciderà il Governo, bisognerà chiedere di accedere ai luoghi di assemblea. E così sui trasporti a lunga percorrenza come aerei, treni e traghetti, in congressi, fiere, stadi e palazzetti dello sport, cinema, teatri. Ma anche in supermercati, ipermercati, centri commerciali. E su questo il governo sta riflettendo e si dovrebbe prendere una decisione, se non questa settimana, quel ministro Speranza, che è sempre stato molto capace di rispettare le persone e che è molto meno impulsivo di me romagnolo, e con lui il presidente Draghi, farà il necessario”. Così Sandra Zampa, ex vicepresidente del Pd, ex sottosegretario alla Sanità e ora consulente del ministro Roberto Speranza. E i bar e i ristoranti?…

“È il momento di fare un uso intelligente di Passaggio verde. Secondo me, ma su questo dovrà esprimersi il CTS e poi dovrà decidere il Governo, bisogna chiederlo per accedere ai luoghi di ritrovo. E quindi sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza come aerei, treni e traghetti, in congressi, fiere, stadi e palazzetti dello sport, cinema, teatri. Ma anche in supermercati, ipermercati, centri commerciali. E il governo ci sta pensando e una decisione dovrebbe essere presa se non questa settimana, la prossima. Ministro Speranza, che è sempre stato molto capace di rispettare le persone e che è molto meno impulsivo di me che sono romagnolo, e con lui il presidente Draghi, farà il necessario”. Sandra Zampa, ex vicepresidente del PD, ex sottosegretario alla Sanità e ora consulente del ministro Roberto Speranza.

E i bar e i ristoranti?

“Per i bar capisco le difficoltà e secondo me questi stabilimenti potrebbero essere esclusi. Per i ristoranti con sale interne, il green pass sarebbe adatto anche nell’interesse dei gestori stessi. La gente ha paura e non va al ristorante come una volta. . Un ristoratore dovrebbe porsi questa domanda: cosa si aspetta da me un cliente oltre al buon cibo? Secondo me, oggi si aspetta sicurezza. E poi, con il pass verde, ha la certezza della sicurezza e che dovrebbe conquistare i clienti”.

READ  Vaccino Covid, regioni settentrionali chiedono dosi di AstraZeneca fermate al sud, da governo non ridistribuzione - Corriere.it

Tuttavia, la Lega continua a dire di essere contraria. E tocca al governo.

“Sono molto colpito da Lega e Fratelli D’Italia, non vogliono niente, nessun uso intelligente del pass verde, nessuna restrizione, nessun supporto vaccinale. Salvini si mostra vaccinato e dà il buon esempio, forse è così. aiuterebbe la campagna vaccinazione tra i suoi elettori. Tutti dobbiamo aiutare a salvare questo Paese. Vogliamo che si ritrovi nei guai? Dopo la variante Delta ne arriva un’altra. Salvini si mette le mani sulla coscienza e non guarda la interessi elettorali per spiccioli Italia. Che ha urgente bisogno di una vaccinazione ancora più ampia”.

Basterà il green pass o è opportuno lavorare su una strategia in due step: mantenere il green pass esteso poi a settembre, eventualmente vaccinazioni obbligatorie per categorie come insegnanti?

“Ho sempre detto che ci sono alcune professioni a contatto con il pubblico per le quali dovrebbe essere nel contratto di lavoro il rispetto della vaccinazione anti-Covid. È il caso del personale sanitario, ma anche della scuola. può immaginare che la scuola non riapra alle frequentazioni. E poi, se i bambini che si iscrivono alla scuola devono sottostare agli obblighi di vaccinazione, perché i loro insegnanti non possono? Bisogna chiedere a un insegnante il certificato verde, il che significa che o si vaccinano o si prelevano campioni ogni tre giorni.E gli insegnanti non bastano: per i ragazzi dai 12 anni in su, che si vaccinano in sicurezza, sarebbe bene lanciare una campagna rivolta a loro e ai loro genitori”.

Quindi il pass verde subito anche per gli insegnanti?

“Non necessariamente, puoi dare loro tempo fino alla fine di agosto, facendo di tutto per convincerli. Ma se a fine agosto vedremo che i 215.000 docenti che oggi non sono vaccinati non hanno cambiato idea, allora secondo me bisognerà stabilire l’obbligo del pass verde”.

READ  Poste Italiane, cashback con 1 euro in più

Il certificato verde convincerà qualche vax?

“Non credo, purtroppo. Gli irriducibili hanno la loro religione che si nutre di notizie false e sembrano riluttanti a qualsiasi chiamata o obbligo. Ma il pass verde potrebbe essere molto utile per gli indecisi, che spesso sono disinformati. , o per coloro che pensano di essere intelligenti e dicono: se lo fanno gli altri, sono comunque al sicuro senza effetti collaterali e senza restrizioni. Il green pass permette di accedere ad una serie di servizi in tutta sicurezza. modo e questo garantisce le attività economiche. Se lo spieghi bene, la gente lo capisce”.

Il pass è meglio che tornare negli orari di chiusura?

“Non c’è dubbio, anche perché non credo che il Paese possa sopportare ulteriori chiusure”.

Leggi anche: Il Bollettino Covid Italia del 19 luglio Garavaglia: “Basta allarmismi. Ok per discoteche, stadi, grandi eventi »Variante Delta, Francia minacciata di coprifuoco. Ecco i paesi dove esiste già

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *