Il paradosso europeo

Leonardo da Spinazzola due volte “Star of the Match” anche contro Turchia e Austria Granito Xhaka assegnato contro la Francia, Rui Patricio non senza colpa contro il Belgio sul Pericolo di spine. Gioca bene o gioca meno bene in un grande torneo internazionale come un europeo cambia la percezione che potresti avere di un giocatore, a volte permettendo di “imparare” perché magari non lo si è seguito un po’ durante i campionati, altre volte finendo per dare un giudizio distorto dal piccolo, per quanto importante, statistico campione di tre, quattro, cinque partite giocate con la sua nazionale. Lo Spinazzola visto a Euro 2020 è un giocatore quasi inarrestabile e apparentemente ideale come lato di una difesa a quattro, ma basta spostare un po’ a sinistra il cursore sulla barra (i nastri non si riavvolgono ormai da un po’) per ricordare come Paulo Fonseca sia stato criticato per aver insistito per non passare a tre/cinque, limitare le caratteristiche del suo 37, o come ci si chiede perché un giocatore con il piede destro vorrebbe giocare a sinistra. O Olsen: grande protagonista al giorno d’oggi, ancora un surplus di cui sbarazzarsi per due anni (subito dopo averlo acquistato dopo un buon mondiale). tutto Dimenticalo all’insegna di tre ottime performance, isolate in un contesto tanto prestigioso quanto puntuale e che rischio di modificare le valutazioni, anche strettamente economiche, degli attori. È inevitabile, ad esempio, che l’Arsenal pensi di attirare più potenziali acquirenti e, quindi, avere di più di Xhaka visto il buon torneo che sta disputando, e che ogni richiesta di rilancio al Wolverhampton per Rui Patricio può essere inibita dalla deludente prestazione del portiere: il paradosso (ma non troppo) è che oggi ci sono meno partite giocate in pochi giorni rispetto a tante gare disputate in tanti anni. una logica poco razionale e lungimirante, a cui dobbiamo però adeguarci, accettando magari di spendere qualcosa in più per un giocatore che ci voleva nonostante tutto. E, ovviamente, non è detto che ciò non possa avvenire anche con le parti invertite: una volta che sei un’incudine, una volta che sei un martello.

READ  Scienziati si immergono a 4 chilometri di profondità e scoprono strani animali marini »Notizie scientifiche

var banner = {"160x140":[{"idbanner":"7","width":160,"height":140,"crop":"1","async":"0","uri":"https://www.consortiadv.it/","embed":"","img1":"611413f660b00d2444ed16a53c696416.jpg","partenza":1456694400,"scadenza":-62169986996,"pagine":""}]}; var now = Math.round(new Date().getTime() / 1000); var bannerok = new Object(); for (var zona in banner) { bannerok[zona] = new Array(); for (i=0; i < banner[zona].length; i++) { var ok = 1; if (banner[zona][i]['scadenza']>0 && banner[zona][i]['scadenza']<=now) ok = 0; if (banner[zona][i]['partenza']!=0 && banner[zona][i]['partenza']>now) ok = 0; if (typeof azione !== 'undefined' && azione !== null) { if (banner[zona][i]['pagine'] == '!index' && azione == 'index') ok = 0; else if (banner[zona][i]['pagine'] == 'index' && azione != 'index') ok = 0; }

if (ok == 1) bannerok[zona].push(banner[zona][i]); }

bannerok[zona].sort(function() {return 0.5 - Math.random()}); } banner = bannerok; var banner_url="https://net-storage.tccstatic.com"; var banner_path="/storage/vocegiallorossa.it/banner/" function asyncLoad() { if (azione == 'read' && TCCCookieConsent) { var scripts = [ "https://connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1", ]; (function(array) { for (var i = 0, len = array.length; i < len; i++) { var elem = document.createElement('script'); elem.type="text/javascript"; elem.async = true; elem.src = array[i]; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(elem, s); } })(scripts); } setTCCCookieConsent(); } if (window.addEventListener) window.addEventListener("load", asyncLoad, false); else if (window.attachEvent) window.attachEvent("onload", asyncLoad); else window.onload = asyncLoad; function resizeStickyContainers() { var stickyFill = document.getElementsByClassName('sticky-fill'); for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) stickyFill[i].style.height = null; for (i = 0; i < stickyFill.length; ++i) { var height = stickyFill[i].parentElement.offsetHeight-stickyFill[i].offsetTop; height = Math.max(height, stickyFill[i].offsetHeight); stickyFill[i].style.height = height+'px'; } } document.addEventListener('DOMContentLoaded', resizeStickyContainers, false); // layout_headjs function utf8_decode(e){for(var n="",r=0;r

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *