Il riscaldamento è rotto da tre anni, soluzione solo dopo l’inverno

Il riscaldamento è rotto da tre anni, soluzione solo dopo l’inverno

Il riscaldamento è rotto da tre anni, soluzione solo dopo l’inverno

Potrebbero essere necessarie settimane o addirittura mesi prima che i residenti di Rijnstraat a Den Bosch siano al sicuro dal freddo. Questo emerge da una lettera di BrabantWonen. I residenti di almeno otto appartamenti vivono al freddo da tre anni: prima si sono rotte le caldaie e ora c’è aria nelle tubature. BrabantWonen può risolvere i problemi solo dopo l’inverno.

Tre settimane fa, i residenti dell’appartamento hanno raccontato la loro storia a Omroep Brabant. “Chiediamo pazienza per una soluzione definitiva”, risponde ora la cooperativa abitativa.

Problemi di salute
BrabantWonen ha precedentemente riferito che i residenti non vengono affatto lasciati indietro. Questo ha fatto arrabbiare le vittime.

Quando gela, la temperatura non supera i quindici gradi. Oltre ad essere fastidiosi, i problemi causano problemi di salute. “Soffro di reumatismi”, ha detto tre settimane fa un residente di 82 anni. “Il freddo mi dà dita rigide e dolore extra.”

Non ideale
Solo ora i residenti di sedici appartamenti hanno ricevuto una risposta dalla società immobiliare. Nessuno alla porta, nessuna telefonata personale, solo una lettera impenitente. “È una lettera fredda”, risponde un residente.

Secondo BrabantWonen, stanno lavorando duramente a una soluzione con Kemkens. “Purtroppo il problema non è di facile soluzione. Tuttavia, vogliamo fare tutto il possibile per non lasciarti al freddo come residente”, si legge nella lettera. Pertanto, i residenti possono richiedere un riscaldatore elettrico. “Non è la soluzione ideale, ma probabilmente necessaria con queste temperature”.

Paziente da tre anni
Poiché la bolletta energetica aumenterà considerevolmente quando il riscaldamento elettrico sarà acceso, BrabantWonen offrirà un risarcimento. Non si sa a quanto ammonti tale indennizzo e per quale periodo. “Devono compensare per almeno due anni. Diversi residenti hanno già acquistato il riscaldamento elettrico o sostenuto altri costi”, afferma il residente dell’appartamento.

READ  L'economia olandese si oscura, avverte l'OCSE

La lettera indica anche che le parti devono essere ordinate. “Chiediamo quindi la vostra pazienza sulla soluzione finale.” Con questa lettera, il freddo non è ancora passato dall’aria. “Sono tre anni che aspettiamo. Abbiamo dato loro tre anni. E poi iniziano a ordinare parti solo ora? È per divertimento. Non sarà risolto questo inverno.

Rispondi BrabantWonen
Ed è vero. BrabantWonen informa Omroep Brabant che il problema del riscaldamento è più complesso del previsto. “La ricerca mostra che dobbiamo installare caldaie completamente nuove. Non lo faremo fino a dopo l’inverno, altrimenti i residenti rimarranno senza riscaldamento o acqua calda per alcuni giorni”.

Un portavoce afferma inoltre che esamineranno i costi aggiuntivi sostenuti dai residenti per appartamento. “Vedremo poi insieme i costi e il periodo”.

Come soluzione temporanea, da venerdì è stata aumentata la pressione sulle tubazioni. Aggiunge un po’ di calore in più. “Ma non è abbastanza per riscaldarsi, dice il residente. Possiamo solo sperare che non congeli più quest’inverno”.

LEGGI ANCHE: Tre anni al freddo con problemi di salute: “Dita rigide e dolore extra”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *