Il rover ExoMars si unisce alla piattaforma

La foto mostra il rover Rosalind Franklin della missione ESA, ExoMars, posizionato sulla piattaforma scientifica Kazachok nella sua configurazione stivata, proprio come inizierà il suo viaggio su Marte nel 2022.

I due elementi sono stati integrati nel Thales Alenia Space (TAS) di Cannes, formando il “modulo di atterraggio” pronto per affrontare il ciclo di test finale che comprenderà i controlli elettrici, di potenza e di trasferimento dati tra i due elementi.

Il modulo di atterraggio sarà poi integrato nel modulo di discesa per i comandi di bilancio di massa, con il modulo portante che porterà la missione su Marte.

Una volta completati i test a Cannes, il rover tornerà ai Laboratori TAS di Torino, in Italia, per ulteriori test funzionali, prima di essere spedito al sito di lancio a Baikonur.

In questa immagine, il pannello solare della pista di atterraggio posteriore destra è visto parzialmente dispiegato. La parte anteriore del rover è visibile, con il suo iconico trapano riposto in posizione orizzontale.

La missione, prevista per il lancio nel settembre 2022, mira a determinare la storia geologica del sito di atterraggio prescelto, Oxia Planum, un tempo ritenuto sede di un antico oceano, e per determinare se la vita potrebbe mai esistere. su Marte.

READ  Autolesionismo, depressione e comportamento aggressivo: conseguenze della Covid sui minori. L'esperto: "Agisci prima che sia troppo tardi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *