Il rubinetto del gas di Groningen sarà completamente chiuso a ottobre |  Politica

Il rubinetto del gas di Groningen sarà completamente chiuso a ottobre | Politica

Il giacimento di gas di Groningen era quasi chiuso, ma era rimasto nel dimenticatoio dallo scorso anno. Ciò significa che viene ancora estratto un quantitativo minimo di gas, quest’anno 2,8 miliardi di metri cubi. A causa della crisi energetica internazionale, il gabinetto non ha ancora osato portare a zero la produzione di gas di Groningen. Ma dal 1° ottobre si spegnerà anche la fiamma pilota, ha deciso il gabinetto.

“Una decisione storica”, dichiara il responsabile Segretario di Stato Hans Vijlbrief (Miniere). “Dopo sessant’anni, l’estrazione del gas a Groningen finirà”. Secondo lui, la fiamma pilota si sta spegnendo perché ora è sufficientemente certo che anche tutte le famiglie possono essere rifornite di energia senza gas da Groningen.

“La guerra in Ucraina ha causato molti disordini perché il gas russo è andato perso”, afferma Vijlbrief. ,,Ma per il prossimo inverno le nostre riserve sono già sufficientemente piene. E abbiamo trovato il modo di non dover aprire di più il rubinetto a Groningen durante un periodo molto freddo.” Ad esempio, un nuovo impianto di azoto a Zuidbroek sarà presto pienamente operativo dopo un lungo ritardo, in modo che il gas dall’estero possa essere adattato al rete olandese. Inoltre, la domanda di gas, anche nei paesi vicini, è diminuita poiché sempre più abitazioni e fabbriche si rivolgono ad altre fonti di calore.

READ  Google ha multato milioni per aver ingannato gli australiani con le impostazioni della posizione - IT Pro - Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *