“Il server Microsoft mal configurato ha fatto trapelare i dati di 65.000 aziende” – IT – News

La società di sicurezza SOCRadar ha scoperto una violazione dei dati su un server Microsoft. L’azienda ha avuto accesso a 2,4 TB di dati contenenti i dati di oltre 65.000 aziende. Microsoft riconosce la violazione dei dati, ma afferma che SOGradar esagera il numero delle vittime.

Secondo SOCRadaro il server Microsoft conteneva più di 335.000 indirizzi di posta elettronica, oltre a informazioni su oltre 133.000 progetti aziendali e dati di circa 548.000 persone. La società di sicurezza è stata in grado di identificare preventivi, ordini di acquisto, documenti firmati, listini prezzi, strategie di vendita e altri importanti dati aziendali.

SOCRader ha notificato a Microsoft la vulnerabilità il 24 settembre. L’azienda americana ha quindi trovato rapidamente una soluzione e quindi ha protetto i dati. Microsoft si rammarica nelle loro stesse parole l’errore e conferma che nomi personali, indirizzi e-mail, e-mail, nomi di società, numeri di telefono e file erano accessibili tramite il server. La società afferma che SOCRader ha valutato erroneamente le dimensioni della fuga di notizie. Secondo Microsoft, ci sarebbero molti dati duplicati sul server.

La società si rammarica anche del fatto che SOCRadar abbia rilasciato uno strumento per consentire ai clienti di verificare se i loro dati sono trapelati. Secondo Microsoft, questo strumento può ancora esporre i dati dei clienti. Tutti i clienti coinvolti nella fuga di notizie sono stati informati, secondo Microsoft.

READ  1000 euro senza modello Isee: in arrivo il bonus acqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *