Impatto simulato di un asteroide verso l’Europa. L’incidente non è stato evitato

La NASA ha recentemente condotto un’esercitazione che ha coinvolto le agenzie spaziali globali per verificare come affrontare l’emergenza di un ipotetico asteroide diretto verso la Terra. Si trattava infatti di una simulazione dell’evento, durata una settimana.

Rappresentazione di un ipotetico schianto di un asteroide verso la Terra

Giorno dopo giorno, le agenzie hanno studiato più dettagliatamente l’asteroide, che potrebbe colpire la Terra entro 6 mesi. L’obiettivo era quello di una collaborazione tra tutti per comprendere tutte le armi da mettere in campo per fermare la pietra dello spazio.

Sfortunatamente, l’esercizio non ha avuto un effetto positivo. Il gruppo di esperti planetari doveva infatti verificare che nessuna delle tecnologie attualmente esistenti sulla Terra potesse deviare l’asteroide o distruggerlo., impedendo che ci colpisca, nonostante un periodo di 6 mesi coperto dalla simulazione.

I partecipanti alla simulazione hanno immaginato varie missioni in cui un veicolo spaziale è andato a distruggere l’asteroide oa deviare il suo percorso. Tale missione non era pronta fino all’impatto dell’asteroide previsto entro 6 mesi.

La simulazione si è poi conclusa con lo schianto della roccia spaziale sull’Europa orientale. Questi esercizi, che sono sempre più utilizzati per coordinare tutte le agenzie responsabili di evitare un potenziale impatto, evidenziano che il mondo è attualmente impreparato per un tale evento.

Da quello che sappiamo, fortunatamente, nessun asteroide rappresenta una minaccia come l’esercizio. In prospettiva, tuttavia, ciò non è da escludere, dato che almeno i due terzi degli asteroidi potenzialmente più pericolosi sono attualmente ancora sconosciuti.

Per questa ragione, La NASA e altre agenzie spaziali stanno cercando di accelerare per prepararsi a difendere il pianeta il prima possibile pericoli provenienti dallo Spazio, anche con un brevissimo preavviso.

READ  È stato progettato un nuovo tipo di computer quantistico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *