IN DIRETTA |  Anche la Francia non riceve più gas russo tramite gasdotto |  All’estero

IN DIRETTA | Anche la Francia non riceve più gas russo tramite gasdotto | All’estero

IN DIRETTA |  Anche la Francia non riceve più gas russo tramite gasdotto |  All’estero

15.24 – I contadini ucraini avvelenano i soldati russi

I contadini ucraini prendono molto sul serio le difficoltà della vita dei soldati russi: le ciliegie mangiate dai soldati russi erano state iniettate di veleno dai contadini. Lo ha detto il sindaco di Melitopol, Ivan Fedorov, durante un discorso televisivo. Lo riporta il New York Post. Melitopol è stata occupata dai russi dall’inizio della guerra.

Con l’aiuto di questo frutto velenoso, gli agricoltori sono stati in grado di eliminare diversi soldati russi, ha detto Fedorov. I russi avevano pianificato di rivenderlo, dice il notiziario ucraino, ignari che il cibo era immangiabile.

“I nostri contadini hanno fatto un altro regalo per i fascisti russi, che hanno causato gravi malattie tra le truppe che sono partite con il bottino”. Il messaggio di Fedorov non è quello di rubare la proprietà dei nostri contadini laboriosi.

Afferma addirittura che il 99% dei civili ancora a Melitopol si è unito alla resistenza. Queste affermazioni non possono essere verificate in modo indipendente.

14.57 – Molti morti nel bombardamento russo di Lisitshansk

Secondo le autorità ucraine, molti residenti di Lisichiansk sono stati uccisi dai bombardamenti dell’esercito russo. Anche molte persone sono rimaste ferite. Non è chiaro esattamente quante persone siano coinvolte.

Giovedì sera, quattro persone sono state uccise dai bombardamenti russi. La città sembra essere il prossimo obiettivo dell’esercito russo, ora che la vicina città di Severodonetsk è quasi interamente in mano russa. Il fiume Donetsk scorre tra le due città gemelle e non ci sono più ponti.

Secondo il governatore, a Severodonetsk ci sono ancora combattimenti e la città non è ancora completamente sotto il controllo russo. I russi dicono di avere tutto nelle loro mani tranne il complesso attorno all’impianto chimico di Azot.

READ  I social media hanno svolto un ruolo fondamentale nell'assalto a Brasilia

12.13 – Eurovision Song Contest non in Ucraina a causa della guerra

L’Eurovision Song Contest non si svolgerà in Ucraina il prossimo anno. L’organizzatore ombrello della European Broadcasting Union (EBU) non ritiene sicuro organizzare l’evento lì, vista la guerra in Ucraina.

L’EBU sta ora iniziando i colloqui con l’emittente britannica BBC, numero due quest’anno.

11.49 – L’Ucraina afferma di aver bombardato una nave russa

L’Ucraina afferma di aver distrutto una nave russa nel Mar Nero. Secondo quanto riferito, lo Spasatel Vasily Bekh era in rotta verso Snake Island con uomini, cannoni e artiglieria a bordo. Sui social stanno circolando filmati non verificati che mostrano la nave bombardata. La Russia deve ancora confermare l’attacco.

11.15 – La Francia non riceverà più il gas russo tramite gasdotto

La Francia ha smesso di ricevere gas russo attraverso i gasdotti da mercoledì. Lo riferisce l’operatore di rete GRTgaz. La compagnia russa del gas Gazprom ha ridotto significativamente negli ultimi giorni le sue consegne nei paesi europei. Tuttavia, l’operatore di rete francese afferma di non prevedere problemi per la copertura dei consumi francesi in estate. Lo stock viene rifornito per l’inverno.

10.36 – Il sito dell’impianto di Severodonetsk è quasi completamente distrutto

La fabbrica Azot a Severodonetsk è stata quasi completamente distrutta, secondo il governatore della regione di Lugansk. Scrive su Telegram che non ci sono più edifici amministrativi sul sito della fabbrica, dove si nascondono molti soldati e civili ucraini. I separatisti filo-russi stimano che ci siano circa 2.000 persone nel complesso, inclusi 1.200 civili. L’Ucraina stima che ci siano 540-560 cittadini.

READ  Vaticano, sanzioni severe per i dipendenti che non si vaccinano contro Covid

Poiché le truppe russe hanno ormai conquistato tutte le aree residenziali di Severodonetsk, i combattenti ucraini si sono radunati nella zona industriale intorno allo stabilimento. Sotto questo terreno ci sono tunnel e bunker per ripararsi. I russi bombardano gli edifici della fabbrica con missili, tra le altre cose.

L’esercito russo ha annunciato mercoledì che avrebbe aperto un corridoio umanitario per evacuare i civili, ma verso il territorio controllato dalla Russia. Tuttavia, secondo i russi, l’esercito ucraino ha impedito l’evacuazione continuando a bombardare. Il governatore afferma quindi che è necessario un cessate il fuoco completo prima che i civili possano lasciare il sito.

08.11 – Capo della Difesa britannico: “La Russia ha già perso strategicamente”

La Russia ha “strategicamente perso” la guerra in Ucraina e “non prenderà mai il controllo del Paese”. Così dice il capo di stato maggiore dell’esercito britannico. “Il presidente Putin ha utilizzato il 25% del potere del suo esercito per realizzare piccoli guadagni territoriali”, ha detto l’ammiraglio Tony Radakin.

“Qualsiasi affermazione che questa guerra sia un successo per la Russia non ha senso. La Russia perde. La Russia otterrà senza dubbio successi tattici nelle prossime settimane. Ma presto i russi esauriranno la manodopera e i missili avanzati. La Russia ha già perso strategicamente.

07:55 – L’Ucraina è determinata a organizzare il prossimo Eurovision Song Contest: “Sorprenderemo tutti”

La guerra nel vostro Paese è, a dir poco, un valido argomento per far passare l’organizzazione dell’Eurovision Song Contest. Ma il governo ucraino è determinato. Dopo che la Kalush Orchestra ha vinto il festival il mese scorso, la prossima edizione si svolgerà nel loro paese. “Sono sicuro che sorprenderemo tutti”, ha detto il ministro della Cultura Oleksandr Tkachenko.

READ  Quarant'anni di carcere per due fratelli dopo aver confessato l'omicidio di un giornalista maltese | ADESSO

Nelle ultime settimane, diversi paesi si sono offerti di aiutare a organizzare il festival, o addirittura di assumerlo interamente. Tuttavia, l’Ucraina non vuole arrendersi e ha già istituito un proprio comitato organizzatore. “Abbiamo recentemente completato un questionario dall’European Broadcasting Union (produttore del Song Contest, ndr)”, spiega Tkashenko.

“Abbiamo fornito risposte dettagliate alle domande di sicurezza e suggerito più posizioni. Comprendiamo che, date le circostanze attuali, dobbiamo affrontare una vera sfida. Ma non esitiamo a farlo. »

07:45 – Centinaia di civili nella fabbrica di Severodonetsk: “Nessuna evacuazione possibile”

568 civili, tra cui 38 bambini, sono attualmente intrappolati nell’impianto chimico di Azot a Severodonetsk, dopo che i bombardamenti russi hanno bloccato le uscite dal complesso. “Non c’è modo di evacuarle”, ha avvertito il governatore di Lufansk Sergij Haidai. Da allora i leader filo-russi nella regione hanno annunciato che avrebbero organizzato un corridoio umanitario. Come e quando ciò sarebbe accaduto non è stato rivelato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *