Israele, idranti sui manifestanti davanti alla casa di Netanyahu. Tel Aviv propone un accordo per il cessa il fuoco a Gaza: «Hamas la accetti e sarà fatta» – Aperto

Israele, idranti sui manifestanti davanti alla casa di Netanyahu. Tel Aviv propone un accordo per il cessa il fuoco a Gaza: «Hamas la accetti e sarà fatta» – Aperto

Numerosi manifestanti sono riusciti a superare i cordoni di sicurezza davanti alla residenza del premier israeliano Benjamin Netanyahu, chiedendo le sue dimissioni. La polizia ha disperso la marcia con idranti, mentre ci sono state tensioni tra manifestanti e forze dell’ordine.

Intanto, Israele ha proposto un nuovo accordo con Hamas per un cessate il fuoco a Gaza e la liberazione degli ostaggi. La proposta è stata elaborata grazie alla mediazione dell’Egitto, che ha svolto un ruolo chiave nelle trattative.

Dopo giorni di colloqui, la delegazione israeliana è tornata in patria mentre si attende la risposta di Hamas. Questo cambio d’approccio da parte di Israele rappresenta un tentativo di trovare una soluzione diplomatica al conflitto in corso.

Israele ha anche chiesto al Qatar di esercitare pressioni su Hamas per avanzare nei negoziati, che si sono intensificati nelle ultime settimane. Si avvicina il traguardo dei sei mesi dall’inizio della guerra con Hamas, con Israele sempre più isolato a livello internazionale.

Nel frattempo, sette operatori umanitari sono stati uccisi per errore in Siria, in un contesto regionale sempre più esplosivo. Le tensioni e la violenza continuano a crescere, con la comunità internazionale che cerca disperatamente una soluzione pacifica alla crisi.

READ  Venezuela, Procura emette mandato darresto contro Guaidò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *