La crescita economica nei paesi dell’OCSE rimane debole – Wel.nl

La crescita economica nei paesi dell’OCSE rimane debole – Wel.nl

La crescita economica nei paesi dell’OCSE è rimasta debole nel secondo trimestre di quest’anno dopo il forte calo del trimestre precedente. I paesi dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) hanno registrato una crescita dello 0,3%, come nel trimestre precedente. Diversa era invece la situazione nelle maggiori economie.

L’OCSE ha precedentemente avvertito che la guerra in Ucraina minerà la crescita economica globale quest’anno. Ad esempio, la guerra fa salire i prezzi dell’energia e delle materie prime e sconvolge ulteriormente le catene di approvvigionamento, colpendo consumatori e imprese.

Il prodotto interno lordo nei paesi del G7, le maggiori economie del mondo, è aumentato dello 0,2% nell’ultimo trimestre, dopo essersi stabilizzato un trimestre prima. C’è stata una leggera contrazione negli Stati Uniti e nel Regno Unito. La crescita in Germania è fortemente diminuita. Le cose sono migliorate in Giappone e Francia. Italia e Canada hanno registrato una crescita di almeno l’1%. Le economie di Germania, Italia e Giappone sono state gli ultimi paesi del G7 a tornare per la prima volta al di sopra dei livelli pre-coronavirus.

L’economia polacca è stata particolarmente colpita dai problemi nella vicina Ucraina, secondo l’OCSE. La Polonia ha subito una contrazione del 2,3%, dopo essere cresciuta del 2,5% un trimestre prima. Anche Lettonia e Lituania hanno registrato una marcata contrazione dopo la crescita nel primo trimestre. Tra i paesi europei, i Paesi Bassi hanno registrato una performance notevole, con una crescita economica del 2,6%.

READ  La tua piccola casa per le vacanze in Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *