“La nostra scoperta potrebbe salvare milioni di vite di topi ogni anno”

“La nostra scoperta potrebbe salvare milioni di vite di topi ogni anno”

null Foto Ricardo Tomas

Scultura Ricardo Tomas

“In effetti, il mio collega è rimasto deluso quando improvvisamente ha trovato un gel sul tavolo del laboratorio. Perché non puoi lavorare con un gel. La pensiamo diversamente ora.

“Abbiamo ricercato i materiali che volevamo utilizzare nelle funzioni di sicurezza per passaporti e fatture. Un collega stava lavorando su una plastica avanzata fatta di eliche. Un’elica fa girare la luce in una certa direzione, il che può essere utile in un dispositivo di sicurezza.

“Avevamo bisogno di poter sciogliere questa plastica in acqua, perché la carta è fatta con l’acqua. È stata una sfida, nessuna delle nostre strategie ha funzionato. Il mio collega voleva finire e continuare il giorno successivo, quindi ha messo la sua bottiglia in frigo. I pezzi di plastica galleggiavano nell’acqua.

“Il giorno dopo è tornato in laboratorio e il liquido era limpido: la plastica si era sciolta. Il mio collega ha messo brevemente la soluzione sul tavolo del suo laboratorio ed è stato chiamato per qualcos’altro. Quando è tornato, la soluzione si era trasformata in un gel. E non è finita qui: dopo una notte in frigo, è tornata ad essere una soluzione.

“Come chimici, abbiamo subito pensato: non è giusto. Normalmente metti una soluzione in frigo per fare un gel, proprio come quando fai un dessert alla gelatina. Ma il nostro gel si è formato ad alta temperatura ed è diventato una soluzione a bassa temperatura.

Come un materiale biologico

“Abbiamo deciso di dare un’occhiata più da vicino al materiale ed è qui che è diventato interessante. Il nostro gel sintetico si è comportato come un gel biologico. Quando l’hai tirato o spinto, è diventato sempre più solido. La maggior parte dei gel sintetici si romperebbe.

‘È stato davvero speciale. Siamo stati i primi a creare un materiale sintetico che si comporta come un materiale biologico. Ora capiamo come funziona. Le eliche sciolte si uniscono per formare fasci e i fasci si uniscono di nuovo. Vedi anche la stessa struttura gerarchica nel tessuto connettivo di un essere umano.

“Vogliamo usare la nostra scoperta per far crescere le cellule. Ora ospedali e laboratori usano tutti lo stesso gel. Funziona molto bene, ma ha grossi svantaggi. Ad esempio, viene estratto dai topi, che costa milioni di animali ogni anno. Il gel contiene anche diecimila proteine ​​di topo, la cui funzione generalmente non conosciamo. Queste proteine ​​possono persino distorcere i risultati degli studi sulle cellule.

“Quindi ci sono molte persone che aspettano una buona alternativa. Possiamo offrirlo. Il nostro gel sintetico non costa la vita ai topi e non contiene proteine ​​superflue. In più: se metti il ​​nostro gel in frigo, diventa liquido. Ad esempio, i ricercatori possono prima far crescere le cellule, quindi separare le cellule dal gel e infine esaminare le singole cellule.

“Attualmente stiamo lavorando all’implementazione commerciale del nostro prodotto. Stiamo per avviare un’attività. Se tutto va bene, in circa cinque anni ci libereremo del vecchio gel e tutti i ricercatori useranno il nostro.

Paul Kouwer è professore associato alla Radboud University. Sta sviluppando un idrogel sintetico che i ricercatori biomedici possono utilizzare per far crescere le cellule.

READ  OSIRIS-REx conclude l'ultimo sorvolo di Bennu - Astronauti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *